Come funziona il Fondo di tutela dei depositi bancari per i conti cointestati?

Di , scritto il 01 Settembre 2011

Continua a esistere il Fondo interbancario di tutela dei depositi (categoria in cui rientrano conti correnti, inclusi quelli sul web, depositi liberi, depositi vincolati, assegni circolari, certificati di deposito nominativi, ma non i pronti contro termine e qualunque altro tipo di investimento). Ma la cifra garantita è passata dai vecchi 103.291,38 euro (che corrispondevano a 200 milioni di lire) a 100.000 euro euro esatti, da quando il maggio scorso è stata recepita la Direttiva 2009/14/Ce.

Questa somma è valida per ogni singolo depositante. Per un conto cointestato a due persone, la cifra garantita ammonta quindi a 200.000 euro. Però, la cifra limite della garanzia vale “per ciascun istituto di credito”. Vale a dire che, se avete aperto due, tre o più conti presso la medesima banca, la garanzia per voi si limita a 100.000 euro. Se invece avete aperto due conti in due o più istituti diversi, la cifra va moltiplicata per il numero delle banche.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009