Quando per le obbligazioni è preferibile la gestione attiva

Di , scritto il 03 Maggio 2017

Abbiamo parlato più volte sulle nostre pagine sulla differenza tra gestione attiva e gestione passiva, argomento su cui il dibattito è da sempre molto acceso e le argomentazioni assai forti da entrambe le parti. Attualmente la quantità maggiore dei flussi d’investimento viene riversata sulle gestioni passive, sia per le azioni che per le obbligazioni – e con buone ragioni poiché negli investimenti attivi le commissioni di gestione risultano assai più elevate e i rendimenti inferiori all’indice di riferimento. Tuttavia in questa congiuntura andrebbe riservato un discorso a parte alle obbligazioni: in un periodo caratterizzato da incertezza e volatilità, soprattutto a causa della Brexit e delle politiche del presidente americano Trump, ma anche dell’ondata di populismo che regna in Europa), secondo molti analisti conviene passare a una gestione attiva sui bond. Non è un caso se in questa prima parte del 2017 gli investitori istituzionali a livello globale hanno puntato sulla gestione attiva per fronteggiare la volatilità. Hanno infatti tenuto conto non soltanto degli eventi politici ed economici e di un contesto di bassi rendimenti, ma anche di possibili distorsioni di mercato causate da un eccesso di gestioni passive. La maggior parte di questi gestori è disposto a pagare commissioni più alte per una potenziale sovraperformance ed è certo che la gestione attiva fornisce migliori rendimenti ponderati al rischio rispetto a quella passiva.


1 commento su “Quando per le obbligazioni è preferibile la gestione attiva”
  1. Obbligazioni.io ha detto:

    Il nostro sito fornisce uno strumento semplice e gratuito per monitorare i rendimenti di tutte le obbligazioni quotate in Italia
    http://obbligazioni.io/


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009