Prestiti Inpdap per matrimonio figlio: come funzionano?

Di , scritto il 06 Ottobre 2017

I Prestiti INPDAP per matrimonio figlio sono un particolare finanziamento che consente di affrontare tutte le varie spese che caratterizzano questo genere di evento. Vediamo le principali caratteristiche e come funziona l’erogazione del finanziamento, con l’aiuto degli esperti di www.inpdap-prestiti.it.

Prestito Inpdap per matrimonio di un figlio: che cos’è e chi può richiederlo?
I prestiti INPDAP per matrimonio figlio consistono nell’erogazione di una somma di denaro massima pari a 23.000 euro la cui finalità, come suggerisce il nome stesso del prestito, è quella di coprire le diverse spese relative all’organizzazione delle nozze del primogenito.

Il richiedente, che può essere il genitore dipendente pubblico oppure il figlio, deve essere iscritto presso la Gestione unitaria per le prestazioni creditizie e sociali ex-INPDAP: questo è un requisito fondamentale che deve essere rispettato per ottenere l’erogazione dal Fondo Credito dell’INPS oppure presso una banca convenzionata allo stesso ente.

Come si effettua la restituzione dei prestiti Inpdap per matrimonio figlio?
La modalità di restituzione del finanziamento è identica a quella della cessione del quinto dello stipendio. Quindi, indipendentemente dalla somma di denaro che viene richiesta dal lavoratore pubblico, deve essere restituita mediante il pagamento di una rata il cui importo non supera un quinto dello stipendio, oppure della pensione, dello stesso richiedente.

Il finanziamento ha una durata pari a cinque anni, per un totale di sessanta rate e all’importo finale devono essere aggiunti gli interessi pari al 3,5%, le spese amministrative del prestito che saranno pari allo 0,5% mensile ed il premio fondo rischi.  Se invece si opta per un prestito offerto da un ente bancario convenzionato con l’INPS, il tasso sarà il TAEG, il quale verrà riportato nel contratto di richiesta dello stesso finanziamento.

Cosa occorre per richiedere il prestito e come inoltrare la domanda
La domanda di richiesta dei prestiti INPDAP per matrimonio figlio deve essere inoltrata presso il sito web INPS. Il modulo deve essere scaricato dal portale, compilato e inviato nuovamente sul sito: pertanto è opportuno avere le credenziali d’accesso al sito web dell’ente per richiedere questo finanziamento.

Oltre ai documenti personali del richiedente è necessario inviare un documento che attesta la parentela genitore-figlio, qualora quest’ultimo non dovesse comparire nel nucleo famigliare del lavoratore o pensionato che inoltra la domanda del finanziamento, e l’autocertificazione del matrimonio. Questo documento deve essere in corso di validità e non deve avere una data superiore all’anno rispetto quella della richiesta del prestito.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009