Piccoli pagamenti con carte di credito e bancomat

Di , scritto il 16 Dicembre 2015

pagare col bancomatDal prossimo mese di luglio sarà possibile usare le carte di credito e i bancomat anche i parchimetri e parcheggi sulle strisce blu.

Da metà del 2016 in poi le carte e i bancomat potranno essere utilizzate anche per effettuare pagamenti dagli importi ridotti, compresi i parchimetri e i parcheggi sulle strisce blu. Grazie ad un nuovo emendamento sarà possibile utilizzare le carte elettroniche anche per gli importi ridotti e favorire anche in Italia la diffusione di questa soluzione di pagamento. Infatti, nonostante le maggiori garanzie di tracciabilità e sicurezza e le tante soluzioni per le carte di credito, il contante è per la maggior parte dei consumatori italiani la soluzione più apprezzata e adottata.

Non solo monete per pagare i parcheggi
La “rivoluzione dei pagamenti” fa parte della tante innovazioni previste dalla nuova Legge di Stabilità e inizierà concretamente a partire dal prossimo anno quando saranno installate le nuove colonnine abilitate all’uso di bancomat (circuito Maestro), carte di credito (MasterCard-Visa), comprese le carte prepagate. Dal prossimo luglio, tutti coloro che sono alla ricerca di un parcheggio non dovranno più preoccuparsi di avere delle monete, perché finalmente si potranno utilizzare le carte elettroniche.

Sebbene questa nuova soluzione di pagamento sia stata già sperimentata a Varese, in Italia l’uso del contante sembra ancora dominare, collocando il Bel Paese tra gli ultimi posti della classifica europea. La speranza del nuovo provvedimento è quello di diffondere l’abitudine dei pagamenti elettronici a partire da una delle situazioni più diffuse, ovvero il parcheggio.

Come funzioneranno le nuove colonnine?
Le nuove colonnine andranno a sostituire quelle esistenti e nei primi due mesi il pagamento non richiederà l’inserimento del codice pin e l’aggiunta di spese di commissioni. Oltre a permettere il pagamento con le carte elettroniche, i nuovi parchimetri offriranno anche un valido contributo alla tutela dell’ambiente grazie all’adozione di un sistema di alimentazione ad energia solare, grazie alla presenza di un piccolo impianto fotovoltaico. Inoltre la presenza di un segnalatore acustico ricorderà di ritirare la carta al termine del processo di pagamento, aumentando così il livello di sicurezza.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009