Mutuo BNL su Misura Elite: Quali sono i pro e i contro?

Di , scritto il 18 Ottobre 2017

Il mutuo BNL su Misura Elite viene incontro alle esigenze del cliente del 2017. Si tratta del mutuo casa pensato per essere compatibile a un periodo di forte crisi economica, in cui la mancanza di risparmi o altre contingenze possono significare per il cliente non poter disporre sempre di una somma di denaro fissa. Questo si traduce nell’impossibilità di rimborsare un mutuo che preveda rate mensili a importo fisso.

Il Mutuo BNL su Misura Elite è un mutuo a tasso variabile che viene modellato sul budget del cliente e sulla sua disponibilità economica. Il prodotto si rivolge non solo a chi desidera acquistare per la prima volta un immobile, ma anche a chi è deluso dalle condizioni di un mutuo precedente sottoscritto con un altro istituto bancario. Si tratta di un mutuo a tasso variabile che, a differenza dei finanziamenti tradizionali in cui il rimborso del debito avviene attraverso il pagamento di rate mensili, prevede un pagamento semestrale della quota degli interessi.

Il capitale, invece, può essere restituito secondo un piano che viene deciso preventivamente dalla banca in accordo col cliente al momento della stipulazione del contratto. La durata di questa tipologia di mutuo è compresa tra i dieci e i trent’anni e prevede un finanziamento pari a circa il 70% del valore dell’immobile che si intende acquistare. Per quella che concerne l’importo del tasso variabile esso viene calcolato sulla base dell’indice Euribor a sei mesi, cui deve essere aggiunto il valore dello spread che varia in base alla durata del rimborso.

Al tutto devono essere aggiunte le spese di istruttoria e di perizia, nonché i costi relativi all’assicurazione per incendio e scoppio che sono obbligatori. L’assicurazione che copre il rimborso del mutuo, nel caso di perdita o inabilità al lavoro, rappresenta invece un’opzione a discrezione del cliente. Ma quali sono i pro e i contro del Mutuo BNL su Misura Elite? Quali i vantaggi e gli eventuali svantaggi? Il principale vantaggio del finanziamento risiede sicuramente nella possibilità da parte del cliente di scegliere, in fase di sottoscrizione del contratto, quanto e quando pagare.

Al cliente, infatti, è concesso di calcolare il proprio mutuo sulla base di quella che potrebbe essere la sua disponibilità economica nell’immediato futuro e stabilendo preventivamente l’importo di ogni rata da versare. Lo svantaggio principale è quello di tutti i mutui a tassi variabili che ha a che fare appunto con le possibili fluttuazioni delle rate nel tempo.

Inoltre, non sempre è possibile prevedere in maniera esatta quali saranno le proprie disponibilità economiche e comunque i clienti potrebbero trovarsi, nel corso del rimborso del mutuo, davanti a imprevisti e inconvenienti che non avrebbero potuto calcolare nel momento in cui hanno sottoscritto il contratto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009