Come disdire la carta di credito?

Di , scritto il 23 Marzo 2016

Conti correnti che includono una carta di creditoDisdire la carta di credito è un’operazione semplice, ma che può nascondere insidie e pericoli. Ecco come evitarli.

Hai una carta di credito ma non la usi abbastanza da giustificare il canone che la banca ti fa pagare? Le commissioni sulle operazioni sono troppo alte e non sono per niente convenienti? La risposta è solo una: disdire la carta di credito. La procedura da seguire è abbastanza semplice, ma è sempre meglio conoscere tutte le informazioni utili per non cadere in errori grossolani che potrebbero portare a problemi, tempi più lunghi o pagamenti di penali. Ecco quindi le istruzioni degli esperti SuperMoney su come disdire la carta di credito.

Recesso della carta di credito: le condizioni contrattuali

Prima di tutto: prendi il contratto e verifica le condizioni che regolano la possibilità di recesso della tua carta di credito. Il contratto dovrebbe contenere tutte le disposizioni da seguire per iniziare la procedura di disdetta, che deve essere sempre garantita per legge. L’unico problema in in cui si può incappare in questa fase sono i tempi di preavviso richiesti, che di solito si aggirano intorno ai due mesi.

Ricorda, quindi, quando fai richiesta di una carta di credito di leggere prima bene tutte le clausole e le condizioni del contratto prima di firmarlo, per evitare di trovarti in situazioni spiacevoli o svantaggiose.

Quali documenti servono per disdire la carta di credito?

Dopo che hai controllato le condizioni contrattuali, il secondo passo è inviare una raccomandata A/R alla tua banca comunicando l’intenzione di disdire la carta di credito. In alternativa, puoi sempre presentarti in una filiale e farlo di persona. Ricordati di esprimere la volontà di disdire la tua carta di credito in maniera chiara e inequivocabile e di inserirla nella busta con la raccomandata. Puoi usare anche form predisposti richiedendoli alla banca.

La documentazione da allegare è quella che si riferisce alle tue generalità. Puoi anche allegare una copia della carta di identità e aggiungere le informazioni relative alla carta di credito che vuoi disdire:

Per disdire la carta di credito devi prima invalidarla

Quando invii la raccomandata A/R in cui richiedi di poter disdire la carta di credito, ricordati sempre di inserirla nella busta ma soprattutto di invalidarla. Cosa significa? È molto semplice: ti basta tagliarla in due con una forbice, dividendo la banda magnetica e il chip. Se la richiesta di disdetta, invece, la fai direttamente in filiale sarà l’operatore allo sportello che invaliderà la tua carta di credito davanti ai tuoi occhi.

Dal momento dell’invalidazione della carta di credito che intendi disdire a quello dell’effettivo recesso, tutti gli oneri di pagamento residui sono a tuo carico e sei tenuto ad evaderli nel minor tempo possibile. Infine, se la revoca avviene nel corso dell’anno per cui è già stato pagato il canone, la quota relativa al periodo successivo alla revoca ti verrà rimborsata dalla banca.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009