Le azioni leader della crescita in cinque anni nel mercato USA

Di , scritto il 25 Maggio 2017

azioni usaa cura dell’Exante Team

Continuiamo la nostra serie di recensioni relative a quelle aziende, il cui profitto è fortemente aumentato nel corso di 5 anni (da marzo 2012 a marzo 2017), e che, quindi, non sono bolle.

Oggi parliamo di aziende americane con la più veloce crescita degli utili in cinque anni, con una capitalizzazione non inferiore a 300 milioni di $ e con un coefficiente di P / E (rapporto tra capitalizzazione di borsa e utile netto annuo) non superiore a 30. Ciò significa che le azioni di queste aziende non sono sopravvalutate, e possono essere acquistate senza il timore che si tratti di una bolla.

Tutte le cifre sono in dollari USA. La sigla “mln” si riferisce a milioni, mentre “mld” a miliardi.

Primo posto. United Fire Group

Ticker: UFCS
Borsa: NASDAQ
Capitalizzazione: 1,1 mld di $
Fatturato annuale: 1,1 mld di $
P/E: 21
Dividendi annuali: 2,3%
Variazione annuale della quotazione: –2%
Variazione del profitto per 5 anni: +439%
Variazione del fatturato per 5 anni: +10%

  •      La Società. Si tratta di un gruppo assicurativo composto da due unità. Una assicura la vita dei clienti, mentre la seconda fornisce assicurazioni sulla proprietà e sulla salute da incidenti. Inoltre la United Fire Group coopera attivamente con altre compagnie di assicurazione coordinando le loro attività e, in particolare, l’organizzazione dei pagamenti per tutta la vita alle persone disabili.
  •      Sul grafico. United Fire Group ha una lunga storia di trading, e non tutta è mostrata nel grafico. L’eccezionale record delle sue quotazioni è stato nel 2005. Dopo la crisi del 2008 le quotazioni del gruppo sono scivolate due volte ed è servito un lungo periodo di tempo prima che recuperassero. A battere il record del 2005 il Gruppo ci è riuscito solo nel 2016. Ora le sue quotazioni sono vicine ai livelli storici. I dividendi della United Fire Group sono pagati quattro volte l’anno e lo fa stabilmente dal 1990.
  •      Vantaggi per gli investitori. Un record di cinque anni della crescita degli utili (che è particolarmente inusuale per una società con una storia così lunga), una lunga storia di pagamenti ininterrotti dei dividendi, un trend positivo delle quotazioni a partire dal 2012.
  •      Svantaggi per gli investitori. Non è stato possibile trovare degli svantaggi significativi.

 

Secondo posto. Nicolet Bankshares

Ticker: NCBS
Borsa: NASDAQ
Capitalizzazione: 399 mln di $
Fatturato annuale: 75 mln di $
P/E: 20
Dividendi annuali: –
Variazione annuale della quotazione: +23%
Variazione del profitto per 5 anni: +261%
Variazione del fatturato per 5 anni: +20%

  •     La Società. È una banca commerciale a livello regionale. I suoi servizi sono forniti principalmente negli stati del Wisconsin e nel Michigan. Oltre ai servizi bancari tradizionali, la Società fornisce servizi di intermediazione, è impegnata nella pianificazione di investimenti, nell’organizzazione delle pensioni dei clienti, e così via.
  •      Sul grafico. Al contrario della United Fire Group, la Nicolet Bankshares è quotata in borsa da tempi relativamente recenti, e nella maggior parte del 2016 il commercio delle sue azioni è stato sospeso. Ma recentemente le sue quotazioni si sono riprese (con un picco alla fine del grafico), e la tendenza generale delle quotazioni degli ultimi tempi è positiva. Per 3 anni sono cresciute di 2,3 volte.
  •      Vantaggi per gli investitori. Un’ottima crescita degli utili in cinque anni, un trend positivo delle quotazioni.
  •      Svantaggi per gli investitori. L’assenza di dividendi, la ancora breve storia azionaria della società con la sospensione delle negoziazioni nel 2016.

 

Terzo posto. Chuy’s Holdings

Ticker: CHUY
Borsa: NASDAQ
Capitalizzazione: 485 mln di $
Fatturato annuale: 331 mln di $
P/E: 29
Dividendi annuali: –
Variazione annuale della quotazione: –5%
Variazione del profitto per 5 anni: +235%
Variazione del fatturato per 5 anni : +20%

  •      La Società. Si tratta di una catena di ristoranti e caffè messicani con cucina tex-mex. La Società possiede 70 ristoranti in 17 stati.
  •      Sul grafico. Le quotazioni di Chuy’s hanno raggiunto il proprio record storico nel 2013. Nel 2014 le azioni della società sono scese due volte, poi nel 2015 hanno in parte recuperato. Ora le azioni di Chuy’s hanno un valore di circa 30 $, che è un quarto al di sotto del record del 2013.
  •      Vantaggi per gli investitori. Un’eccellente crescita degli utili in 5 anni.
  •      Svantaggi per gli investitori. Il rapporto P / E più alto della nostra revisione, la mancanza di dividendi.

 

Quarto posto. Veritex Holdings

Ticker: VBTX
Borsa: NASDAQ
Capitalizzazione: 405 mln di $
Fatturato annuale: 47 mln di $
P/E: 23
Dividendi annuali: –
Variazione annuale della quotazione: +86%
Variazione del profitto per 5 anni: +228%
Variazione del fatturato per 5 anni: +26%

  •      La Società. E’ una holding bancaria del Texas. La principale organizzazione nella sua composizione è la Veritex Community Bank (Dallas). Essa fornisce una vasta gamma di servizi bancari per privati e aziende di diverse dimensioni, prestando particolare attenzione alle piccole e medie imprese.
  •      Sul grafico. Le informazioni sulle quotazioni della holding sono disponibili da meno di 3 anni. Nel 2014-2015 le azioni di Veritex valevano 13-17 dollari, poi sono salite a 27 dollari nel 2016. Ora oscillano nel range di 26-29 dollari.
  •      Vantaggi per gli investitori. Un’ottima crescita degli utili in cinque anni, una revisione da record della crescita annuale dei prezzi, un significativo aumento delle quotazioni.
  •      Svantaggi per gli investitori. L’assenza di dividendi, la storia azionaria troppo breve della holding.

 

Quinto posto. Premier Inc

Ticker: PINC
Borsa: NASDAQ
Capitalizzazione: 4,4 mld di $
Fatturato annuale: 1,2 mld di $
P/E: 5.6
Dividendi annuali: –
Variazione annuale della quotazione: –6%
Variazione del profitto per 5 anni:  +221%
Variazione del fatturato per 5 anni: –11%

  •       La Società. E’ un fornitore di servizi sanitari. Si tratta di una cooperazione tra aziende mediche per migliorare l’efficienza dei loro servizi, sostenere la ricerca scientifica, cercare di ridurre il prezzo finale per i pazienti. La rete Premier Inc coinvolge più di 3.600 ospedali e 120.000 agenzie mediche. Anche se la società è stata fondata nel 1990, è presente sul mercato azionario solo a partire dal 2013.
  •      Sul grafico. Le quotazioni della Premier Inc sono abbastanza stabili: durante tutta la presenza della società in borsa le quotazioni della Società hanno oscillato tra 28-38 dollari. Ora stanno invece attraversando un piccolo trend negativo.
  •      Vantaggi per gli investitori. Un rapporto P/E basso, un’ottima crescita degli utili in 5 anni.
  •      Svantaggi per gli investitori. La mancanza dei dividendi, il trend negativo delle quotazioni.
  •      Sulle nostre previsioni precedenti. La società Premier. Inc era già presente in una nostra recensione simile dello scorso autunno. Allora avevamo valutato la sua attrattività per gli investimenti come moderatamente alta. Nei mesi di settembre e ottobre le sue azioni valevano circa 32 $, a novembre sono scese a 29-30 dollari, e ora valgono di nuovo circa 32 $. Gli investitori che hanno acquistato queste azioni nel mese di novembre hanno ricevuto alcuni benefici, mentre altri investitori in autunno sono semplicemente rimasti con “i propri soldi”.

 

Sesto posto. Bank of America

Ticker: BAC
Borsa: NYSE
Capitalizzazione: 231 mld di $
Fatturato annuale: 51 mld di $
P/E: 16
Dividendi annuali: 1.3%
Variazione annuale della quotazione: +74%
Variazione del profitto per 5 anni : +187%
Variazione del fatturato per 5 anni: –5%

  •      La Società. Si tratta di una delle più grandi banche del mondo, con una lunga storia alle spalle. Inclusa tra le venti più grandi aziende del mondo, negli Stati Uniti è seconda solo a JP Morgan Chase. Nonostante la somiglianza dei nomi, la Commercial Bank of America non deve essere confusa con la statale Bank of the United States, conosciuta anche come Fed. È interessante notare che la Bank of America, che oggi a causa del nome viene da molti considerata la più grande banca commerciale degli Stati Uniti, è stata fondata nel 1904 con il nome Bank of Italy. Era infatti la principale banca degli immigrati italiani, spesso discriminati dalle altre banche. Ma dal 1920, dopo una serie di fusioni, ha cambiato il suo nome prima in Bank of America and Italy, poi in Bank of America National Trust and Savings Association, e poi alla fine in Bank of America. Oggi la banca ha 46 milioni di clienti in 40 paesi, possiede 4.600 sportelli e circa 16.000 bancomat..
  •      Sul grafico. Le azioni di Bank of America sono scambiate in Borsa ormai da tanto tempo. Per la maggior parte degli anni 1990 e 2000, le sue quotazioni hanno avuto un trend positivo, ma poi una caduta catastrofica – di quasi 10 volte – ha colpito la Banca durante la crisi del 2008. Parte della caduta è stata rapidamente recuperata, ma ancora oggi le quotazioni della Banca sono ben lontano dal record storico pre-crisi del 2006. La Banca paga i dividendi 4 volte l’anno e lo fa  stabilmente dal 1987.
  •      Vantaggi per gli investitori. Un’ottima crescita degli utili in cinque anni (soprattutto per una società di queste dimensioni), il trend positivo delle quotazioni, la dimensione enorme e di lunga storia della banca, una lunga e ininterrotta storia dei pagamenti dei dividendi.
  •      Svantaggi per gli investitori. Dividendi bassi.

 

Settimo posto. PerkinElmer

Ticker: PKI
Borsa: NYSE
Capitalizzazione: 6,3 mld di $
Fatturato annuale: 2,1mld di $
P/E: 29
Dividendi annuali: 0.5%
Variazione annuale della quotazione: +15%
Variazione del profitto per 5 anni: +184%
Variazione del fatturato per 5 anni: +2%

  •      La Società. E’ una società di progettazione, produttrice di strumenti e macchinari di alto profilo. Si focalizza soprattutto sulla costruzione di dispositivi ad alta tecnologia per l’industria biomedicale, ma produce anche dispositivi per l’industria alimentare e chimica, diagnostica, ambientale, energetica, ecc.
  •      Sul grafico. Come la United Fire Group e la Bank of America, la società PerkinElmer ha una storia di trading abbastanza lunga, ma con delle caratteristiche proprie. Anche se la PerkinElmer non è una società di Internet, nel 2000 si è gonfiata come una bolla  per alcuni mesi durante quella che è poi rimasta alla storia come la famosa “bolla dotcom”. Il suo  record delle quotazioni a 59 $ per molti anni è rimasto insuperabile. Nel 2002-2003, le azioni della società valevano circa 10 $, negli  anni 2004-2012 valevano 20-30 $, e solo nel 2013 sono diventate seriamente costose. Proprio l’altro giorno (nel momento in cui stavamo scrivendo questa recensione) le quotazioni della PerkinElmer hanno, per la prima volta dopo molti anni, eguagliato il record del 2000. I dividendi della PerkinElmer sono pagati quattro volte l’anno, stabilmente dal 1987.
  •      Vantaggi per gli investitori. Un’ottima crescita degli utili in cinque anni, il  trend positivo delle quotazioni, la lunga storia della società.
  •      Svantaggi per gli investitori. Il rapporto P/E più alto nella nostra recensione (insieme a quello di Chuy’s Holdings), dei dividendi bassi.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009