Monete d’oro: Come investire nell’acquisto di monete d’oro

Di , scritto il 27 Febbraio 2017

monete d'oroÈ un settore tutt’altro che marginale tra le possibili opzioni su cui indirizzare i propri investimenti.
Le monete d’oro infatti rappresentano una di quelle formule privilegiate, utilizzate da chi preferisce investimenti solidi – in tutti i sensi – piuttosto che la intangibilità degli investimenti di natura finanziaria. Il mercato, da questo punto di vista, è molto ampio e offre notevoli possibilità di scelta. Come riporta anche il sito http://oroediamanti.it, punto di riferimento nel settore dell’investimento in oro e diamanti,  al di là della loro forma, del loro peso o del loro conio, stiamo parlando di un investimento in oro e come tale legato quindi alle sue quotazioni. Le monete sono quindi uno dei possibili modi per investire in oro. Se siete quindi propensi a seguire questo tipo di prodotto allora potete orientare la vostra scelta sulle monete d’oro.

Le caratteristiche di questo tipo d’investimento sono diverse.
Anzitutto le monete d’oro – così come i lingotti e le altre forme di investimento in oro – sono forme di pronta liquidità. A ogni latitudine l’oro viene riconosciuto come un valore scambiabile in moneta.  Soprattutto nei periodi di maggiore turbolenza dei mercati finanziari, il metallo giallo si dimostra in tutto il suo valore, in quanto rafforza le sue quotazioni e conferma la sua principale caratteristica di bene rifugio.

Le modalità di reperimento delle monete in oro sono molto più semplici di quanto si possa credere. Possono infatti essere acquistate presso esercizi dedicati alla compravendita di monete (per intenderci, i negozi di numismatica, dove oltre a monete rare e antiche o di conio più moderno, potete trovare monete d’oro per finalità di investimento). Oppure si possono comprare in esercizi commerciali espressamente autorizzati e accreditati a svolgere questa attività di compravendita di oro direttamente dalla Banca d’Italia. Ulteriore opzione, molto diffusa di recente, è l’acquisto su Internet. Come per ogni acquisto in rete, le regole sono le stesse. Selezionare con attenzione il venditore e affidarsi soltanto a quelli accreditati e autorizzati. Sono molti e facilmente riconoscibili. La comodità dell’acquisto online è indubbiamente elevata. Potrete infatti scegliere in tutta comodità il tipo di moneta su cui indirizzare il vostro piccolo o grande investimento. Questa possibilità è offerta anche se non avete le idee chiare in proposito. Potrete infatti prendervi tutto il tempo che vi servirà e approfondire qualità e caratteristiche di ogni moneta. Ogni sito, per lo meno quelli più seri, ha un servizio di assistenza sia telefonica che via mail, che vi consentirà di ricevere le informazioni e o i chiarimenti di cui possiate avere necessità in ogni momento. I metodi di pagamento accettati sono i principali: in contrassegno, con bonifico bancario o con carta di credito.

Per quanto riguarda il tipo di moneta su cui investire la scelta è ampia e merita di essere presa tenendo in considerazione una serie di aspetti. Intanto non bisogna trascuratr il fatto che pur trattandosi di oro, le monete rappresentano pur sempre uno strumento per addetti ai lavori. Se per un lingotto vi sarà facile far capire al vostro potenziale acquirente di cosa si tratta, nel campo delle monete, per garantire sempre quella facilità di cambio che questo investimento deve sempre poter offrire per mantenere il suo interesse in termini di investimento, il suggerimento è quello di indirizzarsi verso monete note. Questa scelta pare più sensata sia per una maggior facilità di reperimento sul mercato, sia viceversa per agevolarne l’eventuale liquidazione in caso di necessità. Il secondo aspetto da tenere in considerazione è il valore intrinseco della moneta – strettamente legata al suo peso e al suo contenuto d’oro. Maggiore sarà il valore, più senso avrà il loro possesso.

Sotto questi punti di vista iniziamo da quella che può essere definita la regina fra le monete d’oro, ovvero la sterlina d’oro. È moneta di lungo corso, che continua a essere battuta dal 1817 e a rivestire un notevole interesse sia in termini di investimento che di interesse numismatico. È nota a livello planetario e di certo, chi la possiede, sa di avere con sé un investimento, che, all’occorrenza può essere di pronta liquidazione. In Italia, per un certo periodo, dalla metà degli anni ’70 fino ai primi anni ’80, l’ingresso nel nostro Paese di questa moneta fu bloccato dall’allora Ministero per il commercio con l’Estero. Come spesso accade in situazioni analoghe, si creò subito un mercato parallelo che ancora oggi ha lasciato sul mercato le sue tracce. Troverete infatti monete coniate dopo il ’74, che risalgono proprio a quella fase. Il valore della sterlina – al momento in cui questo articolo viene redatto – si aggira attorno ai 260 euro. Il peso della moneta è di 7,98 grammi di cui 7,32 grammi in oro puro. Per chi ha a cuore la solidità dei propri investimenti troverà in questo moneta uno strumento di sicuro interesse.

Oltre alla sterlina potrete investire in marenghi d’oro, ovvero le 20 lire italiane coniate da Vittorio Emanuele II. La moneta, sempre al momento attuale, ha un valore di 205 euro circa. Il suo peso è di 6,45 grammi di cui 5,80 grammi di oro puro. Di valore analogo sono i 20 franchi d’oro o marengo estero, coniato in Francia, Svizzera, Belgio e Austria. Di pari peso e quantità di oro rispetto alle 20 lire italiane. Ma le possibilità sono davvero numerose e dotate tutte di un notevole grado di solidità: si va dai 10 dollari americani ai ducati austriaci. La scelta dipenderà esclusivamente dal vostro budget e dalle vostre proiezioni di redditività nel tempo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2017, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009