Italia, il dramma delle famiglie medie

Di , scritto il 01 Novembre 2008

euroUna volta avevi in tasca 100.000 lire ed entravi in un supermercato sorridendo. Adesso, solo qualche anno dopo, hai 100 euro in tasca e sai che nel carrello ci potrai sbattere poca roba. Tuttavia, non è nei centri commerciali che intuisci il dramma delle famiglie medie italiane; quello lo puoi capire esclusivamente fra le mura domestiche, lì dove le tristissime verità vengono a galla.

Mutui insostenibili, un caro-vita da delirare, debiti che strozzano, conto corrente da morire: molti italiani scoppiano, e il risultato si chiama sempre più spesso “protesto“. Cioè un atto giuridico, in forma scritta, con il quale un pubblico ufficiale accerta l’avvenuta presentazione di una cambiale o di un assegno al debitore (protestato) e il rifiuto da parte dello stesso di pagare o accettare il titolo.

Adesso siamo a 25 protesti ogni mille abitanti per un importo medio di 2.620 euro. Io dico che è solo l’inizio. L’euro svenerà sempre più italiani. Le banche con cui si hanno debiti non sono enti di beneficenza: non credo proprio che abbiano intenzione di capire la tragedia dell’italiano medio… Avete qualche esperienza da raccontare?

[foto via flickr.com/photos/blakjakdavy]



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009