Nuove norme bancarie per la limitazione dei contanti e dei titoli al portatore

Di , scritto il 02 Settembre 2011

Ecco una sintesi delle nuove disposizioni riguardanti le limitazioni all’utilizzo del contante, degli assegni bancari e circolari e dei titoli al portatore.

Non è più possibile trasferire tra soggetti differenti (ma è possibile trasferirli a sé medesimo) denaro contante, libretti di deposito bancari o postali al portatore, titoli al portatore, assegni di conto corrente postale, vaglia postali e vaglia cambiari con un importo superiore a 2499 euro (neppure suddividendoli in più tranches). Bisognerà effettuare le operazioni mediante banche, oppure servizio di moneta elettronica e Poste Italiane.

E’ obbligatorio apporre la clausola “non trasferibile” e il nome del beneficiario su tutti gli assegni bancari o postali, sugli assegni circolari, sui vaglia postali e sui vaglia cambiari di importo uguale o superiore a 2500 euro.

Il Cliente ha facoltà di fare richiesta scritta alla sua banca per rilascio di assegni bancari o circolari che non contengano la clausola “non transferibile”, ma sempre per importi non superiori a 2499 euro. L’imposta di bollo dovuto sarà pari a 1,50 euro.

Anche il saldo di un libretto di deposito al portatore non può superare i 2499 euro. Quelli ancora in circolazione dovranno essere estinti oppure ridotti alla nuova cifra limite
entro il 30 settembre di quest’anno.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009