Che cos’è la Womenomics?

Di , scritto il 03 Marzo 2010

Womenomics è un termine inglese che nasce dalla fusione di women+economics. Coniato qualche anno fa da un analista di Goldman Sachs, è un termine sempre più utilizzato sui giornali cartacei e online.

In pratica indica l’importanza della figura femminile come motore dell’economia nel presente e nel futuro della Terra. Un tempo le donne gestivano del denaro che veniva loro concesso con il contagocce. Ora sempre più frequentemente nell’ambito della famiglia sono loro a tenere i cordoni della borsa e a influenzare l’andamento economico-commerciale mondiale.

Inoltre, negli ultimi decenni, la maggiore partecipazione femminile nell’ambito della forza lavoro ha contribuito alla crescita dell’economia mondiale non meno di altri fenomeni sempre tenuti sotto i riflettori come il boom cinese o le nuove tecnologie.

Il futuro dell’economia mondiale sta dunque sempre più nella mani delle donne. A suo tempo abbiamo parlato (su questa pagina) di come la fidelizzazione passi soprattutto grazie alla clientela femminile, di come il microcredito, ideato da Muhammad Yunus sia stato prevalentemente concesso alle donne. E ben vengano le iniziative come i prestiti per l’imprenditoria femminile a fondo perduto.

Per chi volesse approfondire il discorso, consigliamo due testi molto recenti:

* Il saggio di Claire Shipman e Kitty Kay intitolato semplicemente Womenomics per i tipi di Cairo Publishing (2010)

e

* Rivoluzione Womenomics di Avivah Wittenberg-Cox e Alison Maitland, da domani in libreria (edito dal Gruppo 24 Ore).

Mascherine in pronta consegna

1 commento su “Che cos’è la Womenomics?”
  1. […] e l’impatto che le donne hanno nel mondo economico, come testimoniato anche dal womenomics, è sempre più importante e […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009