Come disdire il canone RAI senza problemi

Di , scritto il 03 Maggio 2012

Questo articolo non vuole essere in alcun modo un incitamento a non pagare il canone RAI, anzi. Semplicemente un modo per informare come devono comportarsi in maniera corretta coloro che per vari motivi non possiedono più un televisore e vogliono smettere di pagare l’imposta. Ricordiamo che il canone per legge deve essere versato a prescindere dal fatto che il televisore che si possiede venga usato o meno, così come occorre versarlo anche se si sceglie di non guardare mai i canali RAI. Ma non è finita, il canone televisivo deve essere pagato anche quando l’apparecchio è guasto!

E’ possibile disdire in maniera legale il canone RAI quando si può dimostrare di:
* aver ceduto a terzi (come vendita o per omaggio) tutti i propri apparecchi.
* non essere più in possesso di apparecchi tv per vari motivi (rottamazione, furto, incendio ecc.)
* richiedere il suggellamento dell’apparecchio tv (anche più di uno), che lo renderà inutilizzabile.

In tutti i casi è importantissimo indicare il numero di ruolo dal libretto di abbonamento alla televisione sul documento in cui si dichiara il motivo per cui si vuole disdire il canone. La lettera di disdetta con i propri dati e il numero di ruolo (che si trova sul libretto di abbonamento) va inviata mediante raccomandata A./R. all’indirizzo:

Agenzia delle Entrate
1° Ufficio di Torino
S.A.T – Sportello Abbonamenti Tv
Casella postale 22
10121 Torino

citando/allegando i seguenti dati/documenti:
* nel caso di vendita: generalità e indirizzo dell’acquirente
* nel caso di cessione in omaggio: generalità e indirizzo del conoscente con dicitura “ceduto in comodato d’uso” e specificando se “già titolare di abbonamento RAI” o meno
* nel caso di furto: denuncia di furto
* nel caso di conferimento in discarica: ricevuta di rottamazione rilasciata dagli uffici della piattaforma ecologica in questione oppure dal servizio rifiuti della vostra città
* nel caso di richiesta di suggellamento (entro il 31 dicembre dell’anno corrente) ricevuta di versamento di 5,16 euro per ciascun apparecchio da suggellare mediante vaglia postale intestato allo stesso indirizzo indicato sopra con causale: “Disdetta canone tv numero di ruolo xy e conseguente richiesta di suggellamento”.

A giro di posta, lo Sportello S.A.T. invierà all’abbonato un modulo a integrazione della disdetta da compilare in ogni sua parte e firmato su fronte e retro (nel caso di vendita o omaggio firmato sia dal cedente che dal cessionario) e poi rispedito per portare a termine la domanda di annullamento.

Non dimenticare di conservare sempre una fotocopia della lettera di disdetta, della ricevuta del vaglia, dell’avviso di ricevimento della raccomandata e comunque di tutti i documenti che avete allegato.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009