Dal 2011 cedolare secca del 25% sugli affitti; dal 2014 imposta municipale

Di , scritto il 03 Agosto 2010

Cambia la tassazione dei redditi da affitto. Arriva l’imposta cedolare secca (ovvero un’imposta con un’aliquota predefinita e che prescinde dal totale dei redditi del contribuente e non prevede eventuali esenzioni). I proprietari di casa non dovranno più inserire questo reddito nella dichiarazione Irpef. Si pagherà il 25% dell’importo dell’affitto.

La norma è contenuta nel decreto legislativo sul federalismo in discussione nel Consiglio dei Ministri previsto per domani.

Il provvedimento riscrive dunque le imposte comunali. A partire dal 2011 la cedolare secca entrerà direttamente nelle casse degli enti locali, e assorbirà anche l’imposta di registro e il bollo sui contratti.

E’ inoltre previsto un inasprimento delle sanzioni, con multe di 2000 euro nei casi di omessa dichiarazione e penalizzazioni fino al 400% della maggiore imposta nel caso di redditi non veritieri.

Nel decreto è prevista anche la nuova imposta municipale (IMU) che a partire dal 2014 sarà pagata sul possesso degli immobili, escluse le prime case, ma anche sulle compravendite. In questo caso l’incasso, che finirà nelle casse dei Comuni sarà del 3% per le prime case e per quelle ereditate e del 9% su tutti gli altri immobili.

Sul fronte della lotta all’evasione, poi, i Comuni incasseranno il 50% del gettito dell’operazione ‘Casa fantasma’, contro il 33% attualmente previsto.


2 commenti su “Dal 2011 cedolare secca del 25% sugli affitti; dal 2014 imposta municipale”
  1. […] locazione in base alla propria aliquota IRPEF oppure se optare per la cedolare secca, che dalla prima ipotesi del 25%, è stata abbassata al 20% dal Consiglio dei Ministri nel contesto del varo del Decreto sul […]

  2. www.blog-news.it ha detto:

    Dal 2011 cedolare secca del 25% sugli affitti; dal 2014 imposta municipale…

    Cambia la tassazione dei redditi da affitto. Arriva l’imposta cedolare secca (ovvero un’imposta con un’aliquota predefinita e che prescinde dal totale dei redditi del contribuente e non prevede eventuali esenzioni). I proprietari di casa non dovranno p…


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009