Saremo veramente fuori dalla crisi quando lo diranno i numeri

Di , scritto il 03 Settembre 2012

fine della crisiIl temuto crollo dei mercati azionari nel mese di agosto non ha avuto luogo. Il vento dell’ottimismo ha ripreso a soffiare e c’è chi si è spinto a dire che ormai siamo “fuori dalla crisi”. In realtà, basta una semplice occhiata a un’infografica che rappresenta l’andamento dei mercati azionari globali nel periodo recente in rapporto al periodo precedente la crisi per notare esattamente il contrario. Tra le decine di paesi elencati, soltanto i listini di quattro di loro si trovano oggi in una posizione migliore di quella che avevano nel 2007: per la precisione, si tratta di Messico, Singapore, Svezia e Stati Uniti. Per la Svizzera il livello è identico a quello del 2008. Il resto delle nazioni è a un livello inferiore. A parte la Grecia, tutti hanno recuperato qualcosa rispetto al minimo storico del 2009, ma i paesi europei sono nelle posizioni peggiori: risalendo dal basso verso l’alto abbiamo nell’ordine Irlanda, Austria, Finlandia, Portogallo, Italia, Spagna, Belgio, Francia, Germania, Olanda e Gran Bretagna.

Tra i BRICS, Russia, Cina e India sono pure in una posizione molto bassa (inferiore a quella della Francia, per esempio). Appena sotto il limite della parità ci sono Nuova Zelanda, Danimarca, Australia, Taiwan, Canada e Hong Kong. Significativa anche la media di tutti gli indici borsistici mondiali, indicata dal pallino rosso, che si trova ancora ben sotto la linea del recupero totale.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009