Saremo veramente fuori dalla crisi quando lo diranno i numeri

Di , scritto il 03 Settembre 2012

fine della crisiIl temuto crollo dei mercati azionari nel mese di agosto non ha avuto luogo. Il vento dell’ottimismo ha ripreso a soffiare e c’è chi si è spinto a dire che ormai siamo “fuori dalla crisi”. In realtà, basta una semplice occhiata a un’infografica che rappresenta l’andamento dei mercati azionari globali nel periodo recente in rapporto al periodo precedente la crisi per notare esattamente il contrario. Tra le decine di paesi elencati, soltanto i listini di quattro di loro si trovano oggi in una posizione migliore di quella che avevano nel 2007: per la precisione, si tratta di Messico, Singapore, Svezia e Stati Uniti. Per la Svizzera il livello è identico a quello del 2008. Il resto delle nazioni è a un livello inferiore. A parte la Grecia, tutti hanno recuperato qualcosa rispetto al minimo storico del 2009, ma i paesi europei sono nelle posizioni peggiori: risalendo dal basso verso l’alto abbiamo nell’ordine Irlanda, Austria, Finlandia, Portogallo, Italia, Spagna, Belgio, Francia, Germania, Olanda e Gran Bretagna.

Tra i BRICS, Russia, Cina e India sono pure in una posizione molto bassa (inferiore a quella della Francia, per esempio). Appena sotto il limite della parità ci sono Nuova Zelanda, Danimarca, Australia, Taiwan, Canada e Hong Kong. Significativa anche la media di tutti gli indici borsistici mondiali, indicata dal pallino rosso, che si trova ancora ben sotto la linea del recupero totale.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009