Mercato auto a picco: riflette il portafoglio dell’italiano medio

Di , scritto il 03 Novembre 2008

titanicOttobre amaro per il mercato italiano dell’auto: è il peggior decimo mese dal 1996 e dell’intero 2008. Addirittura, si arriva a un calo del 18,89% rispetto allo stesso mese 2007; in tutto, fa un -11,97% nei primi dieci mesi del 2008 sull’analogo periodo precedente.

Segno evidente che l’italiano medio non ha più un centesimo in tasca. E proprio per risparmiare, si punta su gas (Gpl e metano).

Strepitoso il boom di Dacia (+50,33%), marchio romeno della Renault specializzato in auto low cost, e della Subaru (+100,65%), che fa macchine con eccezionale rapporto qualità/prezzo.

Per chiudere con una nota di ottimismo, può darsi che la crisi porti anche conseguenze positive: verranno spazzate via le vetture fatte male, a favore di macchine concepite per il risparmio iniziale (acquisto) e di manutenzione (carburante, tagliandi, riparazioni).


1 commento su “Mercato auto a picco: riflette il portafoglio dell’italiano medio”
  1. […] che è di moda in tutti i settori (vedi auto, per esempio), il low cost non può mancare fra i cellulari. Per carità, è soltanto una mia […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009