Trading e Investimenti con Profste: tradare durante la crisi dei mercati

Di , scritto il 05 Novembre 2008

MercatiNonostante il clima positivo derivante dall’elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti, la crisi che ha riguardato i mercati finanziari nei giorni scorsi non si è arrestata ed è bene utilizzare prudenza e tecniche per operare sui mercati.

In questo post riprendiamo i consigli del trader Stefano Bargiacchi  rivolti a coloro che tradano ogni giorni anche in questo momento difficile.

Ribadisco, fermamente, che la crisi a livello macroeconomico e strutturale è tuttaltro che finita ed è quindi necessario continuare, ancora per lungo tempo, a utilizzare tutti gli elementi di massima cautela imposti dalla situazione.
Primo fra tutti la riduzione dei timeframe (meglio limitarsi al trading intraday ed evitare di andare overnight), della dimensione delle posizioni seguita dall’eventuale utilizzo delle opzioni (solo in acquisto) per sfruttare gli scenari di più lungo periodo. A questo si deve, sempre a mio avviso, abbinare un utilizzo della leva intelligente che aiuti a proteggere il capitale operativo, che tenderemo a conservare in investimenti esenti da rischio (es. titoli di stato).

Per quanto concerne il proseguimento eventuale della negatività, con la ripresa dei movimenti al ribasso terremo d’occhio i recenti minimi, che stanno alla base del movimento di consolidamento e parziale recupero in atto e descritto sopra, da abbinare al monitoraggio attento dei minimi del 2003. Questi livelli, facilmente individuabili su qualsiasi indice azionario, sono stati più o meno testati da tutti e hanno fin qui fermato la discesa. Sarà quindi fondamentale osservare se riusciranno o meno a proseguire l’azione di contenimento dei ribassi esercitata fin qui ovvero se cederanno di fronte all’eventuale proseguimento di negatività, che al di là del ritracciamento in corso, resta lo scenario più probabile.

Teniamo presente, infine, la possibilità di un periodo di lateralità che si sviluppi entro i confini tracciati dai recenti minimi e i massimi identificati anche sopra con l’area dei 24000 di S&P MIB”.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009