Ragionando sulle mosse della BCE si può guadagnare di più sui titoli di Stato

Di , scritto il 06 Settembre 2012

BCEOggi è il giorno fatidico in cui il direttivo della Banca Centrale Europea discuterà del piano di interventi per calmierare i titoli di Stato. Ma sono bastati gli annunci e le decisioni del mese passato a ridurre notevolmente il rendimento dei titoli di Stato a scadenza breve termine. Nelle aste di fine agosto abbiamo visto dimezzarsi il rendimento dei BOT a sei mesi e scendere di quasi due punti percentuali i tassi dei CTZ con scadenza nel maggio 2014. Se davvero la BCE interverrà sui titoli a breve termine (fino a tre anni), lo scenario cambia rispetto agli interventi del passato che si concentravano sulle scadenze incluse tra 5 e 10 anni ed escludevano titoli indicizzati all’inflazione, BoT e CCT a cedola variabile.

Acquistare ora titoli di stato a scadenze brevi (ovvero, sino a due anni) diventa meno redditizio, ma è comunque ancora conveniente (lo spread con gli analoghi bond emessi dalla Germania supera ancora i 200 punti). Se gli interventi della BCE saranno giudicati validi il rendimento scenderà ancora quindi conviene acquistare subito.

Per chi non ha problemi di liquidità a breve, rendimenti ben più sostanziosi potrebbero arrivare dai titoli a dieci anni (o più). Sicuramente il loro spread si abbasserà – al momento è assolutamente fuori da ogni logica, come viene fatto notare da più istituzioni, inclusa la Banca d’Italia. Comprare titoli di Stato a lunga scadenza (da 5 a 30 anni) in questi giorni potrebbe significare mettere a segno guadagno ben superiori all’attuale livello di inflazione (pari al 3%). Chi preferisce la prudenza dovrebbe invece suddividere il portafoglio di bond in un 7-8% di titoli tra decennali e trentennali, aggiungere un 10-12% di BTp con scadenza a cinque anni e riservare tutto il resto ai titoli con scadenze più brevi.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009