Fondi pensione: poco successo, nonostante l’ottimo rendimento

Di , scritto il 06 Novembre 2013

pensione donneLa previdenza integrativa rende bene e sono i numeri a dimostrarlo. Nel 2013 il rendimento dei fondi pensione chiusi (aziendali oppure di categoria) è stato in media del 3,7% netto, praticamente pari a quello del BTP decennale. La previdenza integrativa è poi decisamente più redditizia del TFR lasciato in azienda – che infatti nello stesso periodo ha visto una rivalutazione netta di appena l’1,4%. Una parte di questa sperequazione è dovuta al fatto che il rendimento è calcolato in modo diverso (per il TFR si prende in considerazione l’importo registrato alla fine dell’anno precedente, mentre per i fondi pensione è calcolato in tempo reale). Ma lo scarto per questo motivo è di appena lo 0,2% a favore dei fondi pensione. Esistono due altre motivazioni per cui i fondi pensione rendono di più del mantenimento della “liquidazione” in azienda: la prima è il diritto di chi aderisce ai fondi pensione di ricevere il contributo aziendale, che può andare dall’1,2% all’1,5% della retribuzione lorda. La seconda è il trattamento fiscale più favorevole – e sottolineiamo che si tratta praticamente dell’unico settore finanziario in cui questo vantaggio è rimasto. Eppure la previdenza integrativa non riceve le adesioni che meriterebbe, al punto di essere superata dalle polizze PIP (piani individuali previdenziali) di tipo assicurativo, che hanno costi decisamente più alti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009