Sempre più comuni i prestiti per studenti

Di , scritto il 06 Dicembre 2010

All’estero, soprattutto nei paesi anglosassoni e di lingua tedesca, è una prassi comune da decenni. Ora anche gli istituti di credito italiani stanno finalmente rivolgendo maggiore attenzione ai giovani, ovvero alla fascia di clienti sotto i 35 anni di età. Che si tratti di prestiti personali per finanziare gli studi universitari o il master, per l’acquisto di beni di consumo, di oggetti hi-tech, di una macchina o di vacanze.

Per finanziare gli studi si usano i cosiddetti prestiti d’onore, strumento inizialmente nato per agevolare gli investimenti in attività imprenditoriali che comprendente una parte di capitale concesso a fondo perduto e il rimanente erogato informa di prestito da restituire con tasso agevolato. Infatti, per gli studenti, molte offerte si basano ‘sulla fiducia’, sono valide anche in assenza di reddito, e come criterio di valutazione si basano sul merito accademico.

Senza pretendere di fornirvi un’esaustiva guida ai prestiti, segnaliamo che tra le banche più attive nel settore dei prestiti agli studenti c’è Unicredit con prodotti come Unicredit ad Honorem, che offre un massimo di 25.000 euro per il finanziamento dei propri studi studi, da restituire entro 15 anni dopo la laurea. Grazie a una convenzione con alcuni atenei, i tassi sono molto bassi, per la precisione al momento appena il 2,015% per il tasso variabile e il 2,676% per il fisso. Oltre ai suddetti 15 anni, esiste anche la possibilità di posticipare le rate per altri due anni, che corrispondono agli “anni di grazia”, ovvero il tempo medio necessario in Italia per entrare realmente nel mondo del lavoro.

Poste Italiane propone invece un prestito BancoPosta Studi in collaborazione con Deutsche Bank: un prestito personale rivolto per famiglie con figli da sostenere negli studi (secondari, universitari o di specializzazione). L’importo massimo del prestito è di 5.000 euro per con TAEG massimo del 7,15% e una durata massima di 12 mesi.

Il mercato dei prestiti agli studenti in Italia è comunque ancora poco maturo. E, si badi bene che non si tratterebbe solo di filantropia: purtroppo nel nostro paese siamo ancora ben lungi dal capire che gli studi sono un investimento redditizio.


1 commento su “Sempre più comuni i prestiti per studenti”
  1. Sempre più comuni i prestiti per studenti | ha detto:

    […] Continua a leggere l’articolo… Leggi anche…Conto corrente giovani, prestiti personali e … Un'altra giornata in positivo per le borse eu… ASSICURAZIONI AUTOCCARO PER I FUORISTRADA E … Mutuo Giovani con Finanziamento Casa Lucca… […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009