I Certificates, per i piccoli risparmiatori diminuzione dei rischi

Di , scritto il 07 Marzo 2008

Certificates strumenti finanziariQuando si parla di economia e di finanza si viene subissati da una serie di nomi più o meno complicati che, talvolta, generano confusione. E’ certamente difficile districarsi tra i numerosi strumenti finanziari esistenti. Ma innanzitutto, che cosa sono esattamente gli strumenti finanziari?

Sono l’insieme di tutti i prodotti finanziari e di tutte le forme d’investimento di natura finanziaria, per esempio le azioni, i titoli, i fondi, le obbligazioni ecc., e si distinguono principalmente in strumenti primari e derivati.

Gli strumenti primari sono quelli il cui valore non dipende da altri strumenti finanziari e collegati ai frutti prodotti dall’esercizio di un’attività economica. Gli strumenti derivati, invece, sono strumenti il cui valore deriva da quello di un’altra attività, finanziaria o reale. 

Vista l’esplosione degli strumenti per i piccoli risparmiatori, ci sembrava utile accennare ai cosiddetti Certificates.

I Certificates sono strumenti derivati (certificati) che permettono di gestire il portafoglio, aumentando il livello di diversificazione e diminuendo il livello di rischio e hanno un mercato a loro dedicato che si chiama SeDex. Sono prodotti innovativi e alternativi, adatti ai piccoli risparmiatori, che consentono di scegliere con quale tipologia e grado di esposizione partecipare all’andamento di un mercato, replicandone l’attività.


8 commenti su “I Certificates, per i piccoli risparmiatori diminuzione dei rischi”
  1. […] Gli strumenti finanziari sono i prodotti considerati mezzi di investimento di natura finanziaria, come azioni, obbligazioni, Titoli di Stato, quote di fondi comuni di investimento, contratti futures, contratti swap, contratti a termine, contratti di opzione. Il loro insieme costituisce il mercato finanziario, che è caratterizzato da operazioni di medio-lungo periodo, solitamente oltre i 18 mesi. Della differenza tra strumenti finanziari primari e derivati abbiamo parlato qui. […]

  2. […] I derivati cartolarizzati che esistono in Italia sono di due tipi: covered warrant e certificati […]

  3. […] e variegato mondo dei certificates, un concetto di fondamentale importanza è quello di barriera (o livello barriera). Semplificando […]

  4. […] vasta categoria dei certificati, si definiscono autocallable quelli che consentono il rimborso anticipato (ovvero, anche prima […]

  5. […] già spiegato a suo tempo che cosa sono i certificati (o certificates). Semplificando al massimo, potremmo dire che si tratta di un tipo di investimento […]

  6. Luca ha detto:

    1998 n.58(legge draghi),espone una lista degli strumenti finanziari(azioni,obbligazioni,quote o azoni di Oicr quotati ecc…),e infine definisce prodotto finanziario:’gli
    strumenti finanziarii e ogni altra forma di investimento di natura finanziaria’.

  7. Luca ha detto:

    Salve,
    scrivo per una imprecisione che ho riscontrato nella lettura del vostro articolo riguardante i certificates.Ovvero,quando si definisce ‘strumento finanziario’ l’insieme dei prodotti finanziari e tutte le forme d’nvestimento di natura finanziaria.Ma cosi non è,anzi dovrebbe essere il contrario.Infatti il d.lgs del 24 febbraio


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009