Trovare lavoro grazie all’intermediazione delle ACLI

Di , scritto il 07 Maggio 2012

Parlavamo tempo fa di Centri per l’impiego e agenzie di collocamento private, purtroppo ancora insufficienti a far fronte ai bisogni del nostro Paese. In un futuro non troppo lontano esisterà un canale nuovo nell’intermediazione del lavoro. Le ACLI hanno infatti deciso di scendere in campo per aiutare a fronteggiare la grave crisi occupazionale, con l’obiettivo di aprire 120 sportelli entro la fine dell’anno, per offrire i loro servizi a 100.000 utenti, che vanno ad aggiungersi alle 8000 struttura già presenti sul territorio, con pressoché un milione di iscritti. Questo il progetto lanciato al Congresso nazionale che si è tenuto a Roma dal 3 maggio a ieri.

L’autorizzazione alle attività di intermediazione è stata ottenuta nel novembre dello scorso anno e alcune sperimentazioni sono già state avviate (con i primi 24 sportelli nelle regioni del sud più difficili: Campania, Calabria, Puglia e Sicilia). Nella sede dei patronati ACLI si svolgono servizi che mettono in contatto domanda e offerta di lavoro, che analizzano, rielaborano e immettono in appositi database i curricula di donne, giovani e migranti, vengono offerti servizi di orientamento al lavoro e formazione, oltre ai servizi già noti su contenziosi, consulenza previdenziale e riqualificazione professionale.

Nel mese di febbraio sono stati aperti 5 sportelli di intermediazione anche nelle cinque provincie delle Marche. Presto si passerà allo sviluppo di attività similari nelle altre regioni meridionali, ma anche al centro e al nord. Si prevede l’apertura di almeno 70 sportelli di intermediazione ai quali se ne sommeranno altri 50 nelle diocesi, grazie a una convenzione tra ACLI e Caritas.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009