Siglato il patto antievasione fiscale tra USA, Italia, Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna

Di , scritto il 09 Febbraio 2012

La lotta alla piaga dell’evasione fiscale si fa sempre più dura e non solo a casa nostra. Dal 2013 gli USA attiveranno le nuove leggi volte a contrastare maggiormente l’evasione svolta mediante conti bancari offshore. Gli Stati Uniti hanno poi avviato negoziati con Italia, Francia, Germania, Spagna e Gran Bretagna per l’applicazione delle norme FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act), sempre volte a stanare l’evasione nei paradisi fiscali.

L’intesa prevede un impegno comune (invece di singoli accordi come quelli siglati finora) tra questi paesi, volti all’utilizzo degli strumenti più adatti per scambiare automaticamente e bilateralmente le informazioni tra le amministrazioni delle istituzioni finanziarie. La sinergia darà sicuramente frutti nell’ambito della caccia agli evasori, ma avrà un costo, che i governi si impegnano a mantenere il più limitati possibile.

A questo punto, i sei Paesi coinvolti lavoreranno per un allargamento del raggio di azione del programma antievasione internazionale verso altri paesi dell’UE e dell’OCSE.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009