In tempi di deflazione si può guadagnare con titoli di stato e obbligazioni?

Di , scritto il 09 Settembre 2014

Scenario deflazioneSiamo in una congiuntura economica in cui i prezzi sono fermi, anzi, tendenti al ribasso e quella stagnazione è un pericolo reale per l’Eurozona e l’Italia in particolare. I periodi di deflazione, si sa, sono i peggiori in assoluto per i risparmiatori, anche se è vero che l’azzeramento del costo della vita rende più interessanti i rendimenti perché ‘reali’, anche se bassi. Ciò significa che a parità di guadagno netto, quello di oggi al netto è più alto di quello di qualche anno fa – ma questo è davvero l’unico vantaggio.

Titoli di stato, corporate bond e obbligazioni in valuta sono i prodotti finanziari il cui rendimento è calato di più. I tassi dei titoli di stato sono in netta discesa e si prevede che resteranno così bassi anche nei prossimi mesi. Ovviamente, i rendimenti sono tanto più bassi quanto più breve è la scadenza del prodotto. Si può ancora puntare sui titoli decennali, con i quali al momento si riesce a ottenere il 2,35% circa lordo e si gode di un’aliquota fiscale agevolata del 12,5%.

Le obbligazioni societarie danno anch’esse mediamente bassi tassi di rendimento e in più sono penalizzate da tasse molto più elevate (26%). Sono finiti gli anni delle ottime performance del reddito fisso concepito come obbligazioni societarie con cedole corpose. Ma per chi è disposto ad assumere qualche rischio in più, alcuni prodotti possono dare rendimenti più alti dei titoli di stato anche di un punto percentuale. Basta scegliere i bond di società poco indebitate e appartenenti a un settore in crescita. Comunque ormai le emissioni societarie riescono difficilmente a superare l’1,2% di rendita per le scadenze a tre anni e il 2% per le scadenze a dieci anni. Hanno inoltre lo svantaggio di non poter essere acquistate in tagli piccoli, ad esempio da 1000 euro, come si può fare invece con i titoli di Stato. In alcuni casi il taglio minimo arriva a 50.000 euro, se non a 100.000 euro. Per questo motivo, invece del fai-da-te è di gran lunga consigliabile preferire dei fondi di investimento specializzati in obbligazioni che possono diversificare il rischio sui bond di varie società.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009