Che cosa sono gli ETF armonizzati?

Di , scritto il 09 Ottobre 2013

ETF armonizzatiNel vasto mondo degli ETF, di cui spesso abbiamo parlato sulle nostre pagine, una distinzione importante è quella tra ETF armonizzati ed ETF non armonizzati. L’aggettivo armonizzato applicato agli strumenti di investimento significa conforme alla direttive europee. Gli ETF armonizzati (contrassegnati dalla sigla Ucits IV) sono quindi autorizzati allo scambio nella Borsa italiana e su alcune Borse europee. Viceversa, gli ETF non armonizzati non sono conformi alle direttive UE e perciò non possono essere quotati a Milano e su alcune altre Borse europee – anche se lo sono ad esempio alla borsa di New York (AMEX) o al NASDAQ. Il prospetto informativo e il regolamento fornito all’acquirente chiariscono sempre di quale tipo di ETF si tratta; comunque, generalizzando un po’, è possibile dire che quasi tutti gli ETF quotati nei Paesi di Eurolandia sono armonizzati, così come lo sono certamente tutti quelli quotati in Borsa Italia.

Un’altra differenza estremamente importante è a livello di regime fiscale, perché l’aliquota dell’imposta applicata in sede di tassazione varierà a seconda che si tratti di un tipo di fondo o dell’altro. L’investitore che possiede un ETF armonizzato in regime fiscale amministrato, vedrà applicarsi dalla banca una ritenuta a titolo d’imposta del 20%, sui redditi da capitale (ovvero sui dividendi incassati) e sui redditi diversi (l’apprezzamento di valore del titolo, ovvero il guadagno che deriva dalla differenza tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto).

Gli ETF non armonizzati subiscono invece una tassazione più sfavorevole poiché, oltre all’applicazione dell’aliquota del 20% di tassazione sui redditi da capitale, questi saranno anche obbligatoriamente da indicare nella dichiarazione dei redditi e diventeranno soggetti a un’aliquota marginale sul reddito. Il totale della tassazione sarà quindi superiore al 20%.

In buona sostanza, il regime fiscale penalizza gli ETF stranieri a favore degli ETF italiani. Per questo motivo, sicuramente non è conveniente investire in un ETF non armonizzato quando esiste il suo equivalente armonizzato.


1 commento su “Che cosa sono gli ETF armonizzati?”

Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009