Che cos’è l’anticresi?

Di , scritto il 10 Maggio 2021
Anticresi

Con il termine anticresi ci si riferisce al contratto, le cui origini risalgono al diritto romano, che obbliga il debitore o un soggetto terzo a consegnare al creditore un immobile a titolo di garanzia del debito; il creditore ne percepisce le rendite, imputandole agli interessi e quindi al capitale. Una volta soddisfatto il debito, e comunque non oltre dieci anni, il creditore deve riconsegnare il bene.

La durata massima dell’anticresi è dunque fissata dalla legge in un decennio esatto. Se il creditore dovesse rimanere nell’immobile oltre il termine di dieci anni, questa occupazione sarebbe da considerarsi illecita e al debitore sarà dovuto un indennizzo. Se invece prima della fine dei dieci anni il creditore deciderà di volersi liberare dal dovere di conservare e amministrare l’immobile potrà restituirlo in ogni momento al debitore ponendo fine all’anticresi.

Differenza tra anticresi e ipoteca

Diversamente dall’anticresi, l’ipoteca prevede che sia il debitore a detenere il possesso del bene ipotecato e a godere dei suoi eventuali frutti (in altre parole, non richiede che il possesso dell’immobile e la relativa rendita passi al creditore).

La seconda differenza importante è questa: con l’anticresi il creditore può disporre dell’immobile iniziando precocemente a soddisfare il credito, ma non può godere di alcun diritto di preferenza rispetto ad eventuali creditori (nel caso in questi abbiano pignorato, messo all’asta e fatto vendere l’immobile oggetto del contratto di anticresi). Invece, l’ipoteca è una causa di prelazione: il creditore ipotecario gode di una posizione privilegiata rispetto agli altri creditori, che consiste nella possibilità di soddisfarsi con preferenza sul ricavato della vendita del bene sottoposto a garanzia.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009