Continua la corsa a investire in titoli e franchi svizzeri, anche se non conviene

Di , scritto il 11 Aprile 2012

Ieri la Banca Centrale Svizzera è riuscita a piazzare sul mercato titoli di Stato con scadenza a sei mesi per ben 710 milioni di franchi. Niente di strano, se non si trattasse di titoli con rendimento negativo: gli interessi offerti sono infatti dello -0,251%.

Siamo al paradosso per cui gli operatori preferiscono rimetterci pur di portare la liquidità in luogo solido e sicuro – e la Svizzera è il rifugio per eccellenza, l’isola felice in una zona euro di nuovo in scivolamento verso il basso, con spread di Italia e Spagna che superano i limiti accettabili.

Oltre ai bond, gli investitori stanno anche tesaurizzando franchi svizzeri invece euro. Per difendere la competitività della Confederazione, la Banca Centrale Elvetica ha stabilito di fissare un tetto massimo di 1,2 contro l’euro, anche se questo dovesse significare comprare enormi quantità di euro.

Che il franco svizzero costituisca un bene rifugio con tutti i crismi, è assolutamente certo, ma di certo non consentirà buoni ritorni in termini di profitti.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009