Che cos’è un fondo di investimento riservato?

Di , scritto il 11 Giugno 2010

I fondi di investimento riservati sono fondi di investimento (mobiliari o immobiliari, aperti o chiusi) non armonizzati UE, ossia a cui non vengono applicati gli stretti vincoli comunitari in rapporto all’investimento del patrimonio.

Ai fondi riservati partecipano soltanto investitori qualificati, precisamente: imprese di investimento, istituti di credito, agenti di cambio, società di gestione del risparmio (SGR), società di investimento a capitale variabile (SICAV), fondi pensione, imprese di assicurazione, società finanziarie a capo di gruppi bancari, fondazioni bancarie e persone fisiche e giuridiche in possesso di competenza specifica e certificata dalla CONSOB.

Tutti investitori con grosse disponibilità patrimoniali, insomma, ai quali è concessa una disciplina meno rigorosa riguardo ai limiti posti negli investimenti. Ciò si traduce in una maggiore flessibilità regolamentare e operativa, che permette loro di perseguire strategie di investimento con un rapporto rischio/rendimento più alto rispetto a quello che Bankitalia permette agli altri fondi.

Solitamente, i sottoscrittori dei fondi di investimento riservati possono effettuare versamenti di liquidità in più soluzioni (anche se sempre entro i limiti previsti nel regolamento di gestione).

Mascherine in pronta consegna

2 commenti su “Che cos’è un fondo di investimento riservato?”
  1. […] puoi sempre optare per dei fondi di investimento riservati utilizzando come intermediario la banca o un operatore […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009