La direttiva Idd: cosa cambia nel settore assicurativo dell’auto

Di , scritto il 11 Ottobre 2018

direttiva IddEntrata in vigore il 1° ottobre la direttiva europea Idd promette di dare fiato ad un’autentica rivoluzione, soprattutto considerano un settore assicurativo complesso come quello riservato alle auto.

La direttiva europea Idd nasce con l’intento di regolare il settore della distribuzione delle polizze assicurative, sia del ramo vita che del ramo danni, con l’inclusione delle proposte assicurative dedicate al settore delle auto.

L’Insurance distribution directive andrà a modificare i rapporti fra i clienti e le società assicurative, offrendo tutele specifiche per i consumatori, regolamentando tutte le tipologie di assicurazione.

Se da un lato le compagnie assicurative svolgeranno un ruolo assimilabile a quello delle banche o degli intermediari finanziari, i clienti potranno sentirsi più sicuri perché la direttiva garantirà loro maggiori tutele e trasparenza, mettendo in primo piano i loro diritti, le esigenze e la reale disponibilità economica.

La direttiva Idd: a chi è rivolta

Entrando nel merito la direttiva Idd è rivolta non solo agli intermediari assicurativi, ma a tutti i soggetti che distribuiscono prodotti assicurativi e quindi agenti, mediatori e operatori di banca e assicurazione, imprese di assicurazione, agenzie di viaggio e autonoleggi.

Considerando la definizione di distribuzione assicurativa, oltre alla vendita diretta di prodotti assicurativi da parte delle imprese di assicurazione, la direttiva pone regole specifiche anche per

l’attività di comparazione tramite internet,  laddove il sito consenta al cliente di stipulare   direttamente o indirettamente anche il contratto di assicurazione.

Cosa cambia nel settore automobilistico

Come ben sappiamo l’assicurazione sull’auto incide pesantemente sulle tasche degli italiani, anche se le opportunità di risparmio a fronte della sottoscrizione di un prodotto di qualità sono tante grazie ad esempio all’utilizzo dei comparatori online di ultima generazione, fra cui spicca per affidabilità ComparaSemplice.it.

Per saperne di più vai alla pagina e potrai scoprire un mondo di offerte.

Oggi di fatto la direttiva Idd si rende artefice di un vero cambiamento, una modifica sostanziale capace di mettere al centro i bisogni ed i diritti dell’automobilista.

Ed è in questa prospettiva che si sviluppa la tutela per chi assicurerà la propria vettura.

Il cliente/utente riceverà dalla compagnia assicuratrice, o attraverso realtà quali i comparatori online, proposte cucite a misura soprattutto in considerazione dei suoi reali bisogni e necessità e della situazione economica di cui gode.

L’assicuratore dovrà cercare di intuire le reali necessità del cliente, supportandolo nell’identificazione del prodotto perchè risulti adeguato ed in perfetta linea con le necessità.

L’IVASS pubblica on line il regolamento di recepimento dell’Idd

L’IVASS, Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, nel recepire la direttiva Idd ha varato tre regolamenti specifici che pongono l’accento su:

  • distribuzione assicurativa e riassicurativa;
  • trasparenza, pubblicità e realizzazione dei prodotti;
  • rilevanza e irrogazione delle sanzioni amministrative, definendo criteri specifici per individuare la rilevanza della violazione.

“Grazie a questo intervento – sottolinea l’Ivass in una nota – risulta rafforzata la tutela degli assicurati e favorita la digitalizzazione del comparto assicurativo. Ulteriori finalità sono quelle di ridurre gli obblighi amministrativi per gli operatori ed eliminare le duplicazioni dei procedimenti sanzionatori per gli intermediari”.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009