Le migliori app per il risparmio e la gestione dei conti

Di , scritto il 12 Novembre 2019

Non c’è dubbio che gli smartphone abbiano cambiato il modo in cui affrontiamo la vita di tutti i giorni. Anche per quel che concerne il risparmio di denaro, i computer ma soprattutto nell’ultimo periodo gli smartphones si sono trasformati in validi alleati per il controllo e nella gestione del proprio patrimonio pecuniario.

A riprova di ciò il fatto che attualmente sul mercato esistono centinaia di applicazioni più o meno valide che aiutano a studiare le proprie spese e a ritagliare parte delle proprie uscite in un salvadanaio virtuale dove tenere i propri fondi al sicuro e lontano dalla tentazione dello sperpero.

risparmio
by GeorgHH / Pubblico dominio

In fin dei conti gestire i propri risparmi può essere tranquillamente interpretato come un grande torneo di carte dove la gestione del bankroll è essenziale per il raggiungimento dei propri scopi e giocare senza paura avendo abbastanza fondi di riserva.

Se un tempo il martello era croce e delizia degli spendaccioni a caccia di “moneta” facile oggi le moderne tecnologie consentono di assicurare maggiormente i propri risparmi (hacker permettendo) potendo investire in moneta estera e persino in criptovalute (il boom del bitcoin è ormai lontano ma nel frattempo altri validi competitors hanno fatto capolino nel mondo della finanza virtuale).

Tra le app più interessanti c’è senz’altro Revolut che attraverso la sua funzione Vault consente di creare un salvadanaio virtuale dove accumulare i “resti” delle proprie operazioni con la carta.

Sono tantissimi gli italiani che stanno abbracciando questa nuova opzione con la loro carta (nel corso del 2019 sono già oltre 19.000) e tra “ritagli” di criptovalute e moneta reale gli utenti di questa rivoluzionaria carta di credito digitale hanno già messo da parte oltre 150 milioni di euro.

Una cifra da non sottostimare considerando che tra i fruitori di Revolut l’attitudine al risparmio è in crescita e che la possibilità di accantonare denaro nei Vaults è stata inaugurato da poco più di un anno.

Nel panorama italiano l’applicazione più interessante è senz’altro Dindarò, nome d’arte commutato dal dialettale dindarolo romano (corrispettivo romanesco del salvadanaio) che attraverso l’hashtag #sparambio (altra parola derivata dal dialettale sparambiare ovvero risparmiare per i cittadini di Roma) ha già fatto molto parlare di sé e come ha recentemente dichiarato il suo founder e Ceo Claudio Cancellieri punta a ritagliarsi uno spazio importante nel mercato italiano di questo tipo di applicazioni.

Fondata nel 2018 l’app è già stata riconosciuta da Mps come una delle startup più interessanti nel panorama della finanza digitale tricolore e sostanzialmente consente di creare un gruzzolo digitale anche convertendo in moneta virtuale i resti in denaro cartaceo che i negozianti possono trasferire nelle app dei loro clienti.

Un’app che in qualche maniera ricalca le funzionalità di Oval Money azienda statunitense tra le più scaricate dai Millennials attenti al proprio portafogli.

by Unknown / CC BY 2.5

Gli amanti dei numeri e dei grafici in generale farebbero invece bene a scaricarsi Mint, un’app gratuita per Android che consente di verificare attentamente il proprio budget mensile evitando inutili sprechi, un sistema molto simile a quello proposto da GoodBudget che ha il pregio di poter stabilire il limite di spesa mensile con infografiche che aiutano a studiare anche il bilancio familiare e le voci che incidono in maniera più rilevante sul budget mensile.

Con Amazon e altri strumenti si spesa a portata di click è facile farsi prendere la mano ed è per questo che Goin sembra essere l’app capace di mettere un freno agli impulsi dei compratori più accaniti.

Questo stumento per smartphone nato a Barcellona si connette al profilo della carta di credito e oltre a studiare la curva di spesa giornaliera, settimanale e mensile offre opzioni per mettere da parte i soldi anche giornalmente, cercando di combattere le cattive abitudini dei propri utenti dalle mani bucate.

Interessante anche la proposta di Gimme5 un’app che invece converte i propri risparmi in investimenti potendo anche invitare parenti e amici a partecipare alla propria raccolta fondi e magari creando “cordate” per sostenere un proprio piccolo progetto a lungo termine.

Un sistema decisamente simile a quello di GoSherpy che prepara piani ideali di risparmio a seconda del proprio obbiettivo di spesa che sia un biglietto aereo per le vacanze, l’ultima console in circolazione o la macchina dei propri sogni.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009