La Borsa etica sale più del Dow Jones

Di , scritto il 13 Aprile 2010

Quando parliamo di Borsa etica ci riferiamo all’insieme di titoli emessi da imprese attente non solo a profitto, rendimento e patrimonio, ma anche ai principi morali, alla responsabilità sociale, ai parametri di ecosostenibilità, ai diritti dei lavoratori. Sono investimenti riconoscibili per il marchio SRI (Socially Responsible Investment).

Già nel 2008, in piena crisi economica mondiale, avevamo rilevato che gli investimenti in fondi etici erano comunque convenienti per il risparmiatore. A distanza di un anno è mezzo il trend è decisamente confermato: secondo le ultime analisi, l’indice dei titoli ‘responsabili’ è salito di del 41,86% dalla fine di febbraio allo stesso periodo dell’anno in corso. Oltre che in termini assoluti, la percentuale colpisce soprattutto se confrontata con i dati dell’indice Dow Jones Stoxx 50, che nello stesso periodo ha guadagnato appena il 39,53%.

I sondaggi e le analisi rivelano che, a preferire questa categoria di investimenti sono soprattutto investitori ‘istituzionali’ come i fondi pensione. A sostenere la tendenza non sono tanto i sottoscrittori dei suddetti fondi, quanto piuttosto i cosiddetti “external stakeholders”, ovvero le entità sociali interessate al fenomeno (sindacati, governi, opinione pubblica).



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009