Tanti disoccupati ma gli artigiani non si trovano: le proposte di Confartigianato

Di , scritto il 14 Gennaio 2010

Nonostante la crisi economica, un’impresa italiana su quattro fa fatica a reperire personale. Si stimano oltre 23.000 posti vacanti, non soltanto per discipline molto particolari come l’ebanisteria, ma anche tra parrucchieri, calzolai e idraulici. Lo ha denunciato ieri la Confartigianato in occasione del convegno di Roma riguardo al ‘Piano di azione per l’occupabilità dei giovani attraverso l’integrazione tra apprendimento e lavoro‘ messo a punto dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

In soldoni, la Confartigianato chiede di valorizzare il Contratto di apprendistato e un cambiamento radicale nel sistema della formazione. Il Contratto di apprendistato è molto semplice nella sua struttura e vantaggioso dal punto di vista economico, ma ancora poco utilizzato.

L’artigianato richiede dunque che più giovani siano messi nella posizione di entrare in azienda per ‘imparare il mestiere’. Così come è oggi, il sistema della formazione non funziona: il training deve assolutamente essere effettuato quanto più possibile in impresa o almeno in un contesto lavorativo reale. La formazione che avviene lontano dall’impresa si è sempre rivelata fallimentare, soddisfacendo – nella migliore delle ipotesi – soltanto le tasche dei formatori.

Oggi la formazione continua esclude gli apprendisti. Confartigianato richiede che anche gli apprendisti possano entrare in questa modalità di formazione. Il Ministro Sacconi si è detto favorevole alla proposta.


5 commenti su “Tanti disoccupati ma gli artigiani non si trovano: le proposte di Confartigianato”
  1. stefano ha detto:

    le solite stronzate. dicono che mancano parrucchieri quando metà delle ragazze nella fascia d’età 18-24 vuol fare e studia per essere parrucchiera/estetista. dicono che mancano calzolai quando nessuno va dal calzolaio, (non ho mai sentito nessuno in vita mia dirmi “vado dal calzolaio”). anche per quanto riguarda gli idraulici ne conosco diversi disoccupati o che lavorano a singhiozzo perché i cantieri sono fermi, e non ripartiranno perché in Italia si è costruito più del necessario e la popolazione non cresce.
    Queste idiozie servono solo alle varie lobby per chiedere i soliti incentivi: non gli basta pagare un giovane 800 euro al mese per 5 anni CINQUE, vogliono pure pagargli quella miseria con i soldi dei contribuenti

  2. Marco Nordio ha detto:

    Ho inviato migliaia di CV ho fatto miglliaia di colloqui di lavoro ho speso centinaia di euro tra benzina e telefonate per CERCARE UN CAZZO DI LAVORO !
    In totale tra telefonate-colloqui e cv in TOTALE ho nè fatto circa ben 14.000 mila .
    Per poter trovare un posto di lavoro di merda come operaio sottopagato italiano con stipendio di 800 euro netti al mese ho perso tempo a 14.000 mila inutili tentativi !

    Se avessi fatto 14.000 mila TENTATIVI per poter ottenere una raccomandazione POLITICA per POTER fare il politico parassita Italiano con stipendio minimo 15.000 mila euro al mese e pensione dopo 3 anni di lavoro forse avrei già trovato un posto di lavoro !

    P.S. abito in quello che chiamate ricco Veneto !

  3. ANDREA ha detto:

    In Italia da SEMPRE abbiamo un SPAVENTOSO ESUBERO di MANODOPERA ITALIANA CHE RESTA DISOCCUPATA !!!!!!
    Nel 2012 gli operai italiani esperti in vari MESTIERI che sono DISOCCUPATI SONO ALMENO 4 MILIONI !!
    Abito a Venezia e nel solo Comune di Venezia ci sono migliaia di operai Veneziani esperti che hanno 35 -50 anni di età che sono disoccupati : Camionisti-Falegnami-Meccanici-Idraulici-elettricisti-Piastrellistri-Muratori-Carpentieri-Saldatori-Magazzinieri -eccetera eccetera .
    Nel solo Comune di Venezia che conta 200.000 abitanti più o meno abbiamo migliaia di disoccupati !
    Qui a Venezia tutte le ditte private SI RIFIUTANO DI ASSUMERE MANODOPERA LOCALE ESPERTA !
    Negli ultimi 20 anni in Italia cӏ ANCHE UN SPAVENTOSO ESUBERO DI MANODOPERA STRANIERA IMMIGRATA !!!

    MI POTETE SPIEGARE COME CAZZO FATE A NON TROVARE MANODOPERA IN ITALIA ?
    Se nel “ricco” Veneto nel solo Comune di Venezia abbiamo migliaia di disoccupati Veneziani e abbiamo migliaia di disoccupati immigrati stranieri .
    Ogni giorno arrivano qui a Venezia decine di nuovi immigrati stranieri !
    Molti stranieri capiscono che non c”è un cazzo di lavoro nè Venezia nè in Veneto Nè nel resto d”Italia perciò scappano via e tornano al loro paese !

  4. GELTRUDE ha detto:

    SONO LE SOLITE VECCHIE CAZZATE DELLA PROPAGANDA ITALIANA !
    SONO ARTICOLI FATTI APPOSTA PER GETTARE FUMO NEGLI OCCHI E NASCONDERE TUTTE LE PORCHERIE DELLA SOCIETA ITALIANA E DEL GOVERNO ITALIANO !

    IN ITALIA NON cӏ MAI STATO LAVORO !
    IN ITALIA NON CI SONO MAI STATI SUSSIDI DI DISOCCUPAZIONE PER CHI PERDE IL LAVORO !
    IN ITALIA LO STATO ITALIANO NON HA MAI FATTO ASSOLUTAMENTE NULLA PER I DISOCCUPATI VECCHI O GIOVANI CHE CERCANO UN LAVORO !
    LO STATO ITALIANO DI MERDA FAVORISCE DA SEMPRE LA DISOCCUPAZIONE IN ITALIA E LA INCENTIVA !
    IN ITALIA CI SONO BASSI STIPENDI E I LAVORATORI ITALIANI NON HANNO DIRITTI Né SONO TUTELATI DALLA LEGGE !
    L”Italia è una nazione di merda con un governo Mafioso e catto-fascista che sperpera da sempre miliardi di lire oggi sono diventati miliardi di euro !
    Poi per ripianare i debiti che fanno e per evitare la bancarotta il governo italiano rapinano e depredano il popolo italiano povero è onesto abbassando stipendi rubano le pensioni ti rapinano dei diritti infine ciliegina sopra la torta aumentano a dismisura le tasse .
    Tutte queste porcherie fatte da sempre dal regime italiano sono aumentate negli ultimi 30 anni a dismisura danneggiando il popolo italiano e la società italiana forse in maniera irreparabile !
    Esempio
    Nel 2005 un saldatore Rumeno mi ha chiesto a che età si và in pensione in Italia e quanti anni di lavoro bisogna fare e infine a quanti soldi ti danno di pensione !
    Gli ho risposto che l”Italia è una nazione di merda dove non ci sono regole di vita che siano uguali x tutti i lavoratori italiani perciò non potevo rispondergli !
    Ho spiegato al Rumeno come funziona il sistema strambo pensionistico italiano .
    C”è il ladro di politico italiano parassita e GIOVANE di 35 anni che ti và in pensione con soli 2 anni di lavoro e percepisce una pensione di 5000 mila euro al mese !
    C”é l”operaio italiano di 50-55 anni di età che si è rotto il culo lavorando come un schiavo x 30-35 anni se è fortunato gli danno la pensione di 800- 1000 euro.
    Se l”operaio è sfortunato si rifiutano di dargli la sua pensione e deve aspettare di compiere 60-65 anni di età .
    Dalla sera alla mattina lo stato italiano di merda può cambiare le REGOLE PENSIONISTICHE DEI LAVORATORI PRIVATI ITALIANI E PUO SPOSTARE ANCHE L”ETA CHE DEVI ANDARE IN PENSIONE !
    LO STATO ITALIANO DI MERDA OVVIAMENTE NON RUBA LA PENSIONE A TUTTI GLI OPERAI ALCUNE CATEGORIE SONO PRIVILEGIATE ALTRE SONO BASTONATE !
    DIVIDI ET IMPERA .
    Guardate le porcherie che ha fatto la ministra Fornero !
    Ha rubato la pensione a circa 300.000 mila lavoratori ad altri 60 mila invece gli ha concesso la pensione !
    L”ITALIA DI MERDA !

  5. Alfredo ha detto:

    Leggo che seve tanto personale da inserire nel mondo dell’artigianato, io ho fatto tante domande con un diploma in lingue con voto 100/100 e non sono riuscito a trovare lavoro. Gradirei che Voi che siete così informati di farmi avere una proposta decente. Grazie


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009