Redditi da capitale e redditi diversi: una differenza importante

Di , scritto il 15 Gennaio 2014

plusvalenze minusvalenzeUna distinzione importante nella strategia degli investimenti è la differenza esistente tra i redditi da capitale e i redditi diversi.

Semplificando al massimo, possiamo dire che i redditi da capitale sono quelli che derivano da eventi certi: ad esempio, per i prestiti obbligazionari privati sono costituiti dal flusso cedolare. Sono poi redditi da capitale gli interessi derivanti da mutui, da conti deposito, da conti correnti bancari e gli interessi sui titoli di stato. Rientrano nella categoria anche gli utili e i dividendi che derivano da partecipazioni in imprese, da contratti assicurativi e da fondi previdenziali.

Invece, i redditi diversi sono quelli prodotti da eventi incerti; ad esempio, per un’obbligazione sono costituiti dai guadagni in conto capitale, cioè dall’apprezzamento di valore del titolo, ossia il guadagno derivante dalla differenza tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto. Sono redditi diversi le plusvalenze e i proventi prodotti dagli strumenti derivati.

Tenere presente questa distinzione è importante perché i due tipi di redditi vengono tassati in maniera differente: per i redditi da capitale la tassazione è al lordo delle spese di produzione, mentre per i redditi diversi è al netto delle spese di produzione e di eventuali perdite.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009