5 per mille 2009, tutte le informazioni

Di , scritto il 15 Aprile 2009

5 per mille

Le polemiche sulla destinazione del 5 per mille alle popolazioni dell’Abruzzo colpite dal terremoto nulla tolgono all’importanza di questa piccola, ma potente risorsa economica per le associazioni no profit italiane. Che si scelga di destinarle ad un ente pubblico o ad associazioni di volontariato, si tratta di una semplice firma che non prevede costi aggiuntivi al proprio bilancio annuale.

Cos’è il 5 per mille:

E’ una quota pari al 5 per mille dell’Irpef a finalità di interesse sociale che i contribuenti possono assegnare a enti no profit.

Come effettuare la scelta del 5 per mille: 

Il contribuente può destinare la quota del 5 per mille della sua imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), firmando in uno dei cinque appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione (Modello Unico PF, Modello 730, ovvero apposita scheda allegata al CUD per tutti coloro che sono dispensati dall’obbligo di presentare la dichiarazione).

Attenzione:

Si può scegliere UNA sola destinazione. E la quota del 5 per mille non è in nessun modo alternativa a quella dell’8 per mille, stabilito dalla Legge 222/1985.

Modalità di iscrizione per gli enti:

La domanda di iscrizione deve essere inviata, anche per gli enti iscritti negli anni precedenti al 2009, entro il 20 aprile 2009. Non saranno accolte le domande pervenute oltre tale data o con modalità diversa da quella telematica. I nomi degli enti ai quali destinare il 5 per Mille saranno pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate in data 28 aprile 2009.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009