Che cos’è lo SREP?

Di , scritto il 15 Aprile 2021
SREP

SREP è l’acronimo di Supervisory Review and Evaluation Process (traducibile in italiano grosso modo come processo di revisione e valutazione prudenziale). È uno dei più importanti indicatori della solidità di una banca (un po’ come lo spread lo è per valutare l’affidabilità di uno Stato sovrano). Nello specifico, lo SREP valuta i rischi che una banca corre nella sua attività sia per i prestiti che potrebbero non rientrare (o troppo concentrati in alcuni settori) sia per i normali rischi dell’attività di credito.

In particolare, lo SREP fornisce un insieme di strumenti per esaminare il profilo di rischio delle banche da quattro diverse angolazioni:

  • Modello imprenditoriale: la banca può contare su una strategia aziendale sostenibile?
  • Capitale: la banca possiede riserve sufficienti per sopperire alle perdite?
  • Liquidità: la banca è in grado di soddisfare nel breve termine il fabbisogno di liquidità?
  • Rischi e governance: i rischi sono gestiti in maniera idonea e gli organi di amministrazione lavorano in modo adeguato?

L’ammontare dello SREP porta immediatamente alla luce per la banca centrale (o la BCE) – ma anche per investitori e clienti – la situazione dell’istituto di credito in termini di disponibilità patrimoniale (la banca è in grado di assorbire o mitigare eventuali traumi?) e di gestione dei rischi. In pratica indica sotto forma numerica la sintesi dei risultati emersi dalle analisi e indica alla banca le azioni da intraprendere. Gli esami periodici SREP prevedono che le banche centrali, sulla base di considerazioni prudenziali, possano consigliare dei rafforzamenti del patrimonio dell’istituto al fine di contare su maggiori coperture per l’eventuale perdita di valore dei crediti.

I gruppi di vigilanza congiunti (GVC), impegnati nel processo SREP in modo continuativo, preparano una decisione SREP per ogni banca una volta l’anno. La banca riceve una lettera nella quale si specificano le misure che dovrà attuare l’anno seguente.

È accaduto in passato che la comunicazione degli SREP di una singola banca quotata abbia mosso i titoli in borsa. Per questo le autorità stanno cercando di uniformare le modalità di annuncio dei risultati SREP con metodologie e tempistiche comuni a tutte le banche significative sottoposte alla vigilanza bancaria europea.


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2021, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009