Anche il Giappone verso la garanzia dei depositi bancari

Di , scritto il 15 Ottobre 2008

giapponeLe Borse si riprendono. Merito, pare, delle nuove manovre stabilite dai rappresentanti dei G7 negli scorsi giorni. E proprio al fine di sostenere una nuova crescita dei mercati finanziari, anche il Giappone sembra voler giocare tutte le carte possibili nello sviluppo delle proprie Borse nazionali. Per tale ragione il Ministro delle Finanze, Soichi Nakagawa, ha dichiarato che il governo del Paese è pronto a garantire tutti i depositi bancari.

La notizia, ripresa dalle principali agenzie di stampa nipponiche, e poi diramata sui canali internazionali, replica pertanto quanto già deciso dai governi europei e statunitense nelle scorse giornate di turbolenza finanziaria.

Nel Paese asiatico, i depositi saranno garantiti fino alla concorrenza dei 10 milioni di yen per intestatario. L’equivalente, più o meno, di 100.000 dollari.

In Italia, invece, i conti correnti e i libretti bancari sono garantiti dal Fondo Interbancario fino alla soglia degli ex 200.000.000 di lire, per ciascun intestatario.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009