Prende sempre più piede il mobile banking

Di , scritto il 16 Marzo 2009

mobile bankingLo sportello bancario si può quasi dimenticare. In futuro anche la banca sarà sempre più sul telefonino, strumento che ormai non serve più solo a telefonare, fotografare, navigare in Internet, ma anche a collegarsi con il proprio conto corrente e la carta di credito, per consentire trasferimenti di denaro o verificare il saldo. Si chiama mobile banking, oppure M-banking o anche SMS banking.

Secondo gli analisti, fra due anni le transazioni via cellulare ammonteranno in tutto il mondo a 21 miliardi di dollari: nel 2008 ben 20 milioni di persone nel mondo lo hanno già utilizzato.

In Europa, USA e Canada questo tipo di servizi rappresenta un po’ un’evoluzione della banca online, mentre i lavoratori stranieri lo utilizzeranno sempre più per inviare denaro a casa. Si stima che il mobile banking avrà un vero e proprio boom in Estremo Oriente, nei paesi emergenti: dove manca una diffusione capillare delle banche sarà uno strumento fondamentale per diffondere i servizi finanziari.

Agli italiani l’idea piace già, nel 2008 secondo l’ABI risultavano abilitati al dispositivo mobile 5 milioni di conti correnti, con 4 milioni di operazioni registrate solo da Poste Italiane.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009