Opzioni binarie: cosa c’è da sapere

Di , scritto il 16 Giugno 2016

opzioni binarieQuando si parla di opzioni binarie ci si riferisce all’ultimo arrivato tra gli strumenti di trading online, un’attività che consente di interagire con i mercati finanziari mondiali grazie al semplice supporto del computer collegato ad internet. Lo sviluppo delle reti web ha infatti generato una rivoluzione digitale, che ha trovato applicazione anche nel mondo della finanza, permettendo l’accesso alla Borsa anche da parte di semplici appassionati.

Se comunemente il trading viene associato al forex, ossia il mercato delle valute internazionali, occorre sapere che esistono ora piattaforme dedicate a nuove funzionalità, come le opzioni binarie.

Spesso il nome di questo strumento produce dei fraintendimenti, ed i potenziali utenti possono credere che si tratti di attività di difficile accesso per i non addetti ai lavori. In realtà, comprendere il funzionamento delle opzioni binarie è semplice: al fine di realizzare un guadagno, occorre solo predire con esattezza l’andamento del prezzo di un bene quotato in borsa (definito asset) entro una scadenza temporale stabilita al momento dell’impostazione dell’ordine. Sebbene la loro origine risalga agli anni ’70, si è dovuto tuttavia attendere lo sviluppo delle reti internet per assistere alla loro attuale diffusione planetaria.

L’esempio di opzioni illustrato precedentemente si riferisce alla tipologia più semplice e di immediato utilizzo, definita “alto/basso”; è bene comunque sapere che ne è esistono altre, come quelle “tocca/non tocca”, “range” o “builder”, ognuna associata a funzioni più avanzate.

Con queste sarà possibile operare su una vasta gamma di asset: azioni, indici, valute e anche le cosiddette “commodities”, ossia i beni di consumo ed energetici, come petrolio, oro, argento o soia. Per quanto riguarda le scadenze, queste possono variare, includendo diversi archi di tempo: per esempio per i trader più dinamici esistono le opzioni binarie a 30 secondi che spostano l’orizzonte temporale su un lasso di tempo estremamente breve. Si tratta di una modalità che necessità davvero di una grande attenzione, quindi vale la pena dedicarci una quantità di tempo mirata, per poi dedicarsi ad altre attività e successivamente aprire una nuova sessione.

La facile comprensione dei meccanismi di guadagno non deve però trarre in inganno: accumulare profitti in maniera costante con le opzione binarie non è un’operazione scontata, ma comporta l’applicazione di strategie e la corretta interpretazione degli scenari finanziari, al fine di anticipare gli andamenti delle quotazioni degli asset.

Sarà quindi utile evitare il più possibile l’improvvisazione, prediligendo invece un approccio razionale sul quale poggiare l’impostazione degli ordini sulle piattaforme. In questo caso, i segnali di trading e gli strumenti di analisi potranno rivelarsi proficui. I primi sono delle informazioni circa le combinazioni potenzialmente più remunerative di asset, tipologia di opzione e scadenza, mentre i secondi sono delle funzioni con le quali si potranno estrapolare dati sugli andamenti azionari. Interpretando i grafici, si sarà in grado di valutare elementi quali la volatilità di un asset o la probabilità che si verifichi un’inversione di tendenza nei prezzi, intervenendo così in maniera appropriata sulla piattaforma di trading.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009