Capire i trend del mercato: come usare l’indicatore MACD

Di , scritto il 16 Luglio 2018

L’indicatore MACD prende il nome dalla sigla inglese Moving Average Convergence/Divergence (Media Mobile Convergenza/Divergenza), ed è un utile strumento dell’analisi tecnica usato dai trader per analizzare l’andamento dei prezzi dei mercati (azioni, Forex, CFD, criptovalute), ovvero per comprendere se il trend è rialzista, ribassista o laterale. Ideato negli anni ’70 da Gerald Appel e successivamente rettificato da altri, il MACD è un ausilio per mettere in luce i cambiamenti nella forza, nella direzione, nell’impulso e nella durata di un trend.

L’indicatore MACD è composto da tre differenti parti:

1. Un istogramma chiamato central line o linea dello zero.

2. La MACD line (o fast line): una media mobile che viene tracciata calcolando la differenza tra una media mobile veloce (calcolata a 12 periodi) e una più lenta (a 26 periodi). Questa differenza tra i due valori viene rappresentata graficamente da una sola linea.

3. La signal line: una media mobile esponenziale a 9 della precedente differenza.

Nello schema vengono principalmente ricercati gli incroci tra la MACD line e la signal line (che in gergo sono chiamati “crossover”) e quelli tra l’indicatore MACD e la central line (la linea dello zero). Ad esempio se la MACD line passa da sotto a sopra la signal line il segnale è rialzista, se la taglia in ribasso (cioè passa da sopra a sotto) il segnale è ribassista. Se si esaminano invece gli incroci tra la MACD line e la central line (linea dello zero): quando la MACD line taglia in ribasso la central line, si ottiene un segnale ribassista. Se al contrario la MACD line taglia in rialzo la central line, si ottiene un segnale rialzista.

Si parla di divergenza quando i prezzi si muovono in una direzione (per esempio, rialzista), ma l’indicatore dell’analisi tecnica si muove nella direzione opposta (ribassista). Le divergenze segnalano che il trend corrente (in questo caso il ribasso) sta perdendo forza, e presto si arriverà all’inversione del trend: l’investitore è però avvertito che sta diventando rischioso investire sul ribasso.

L’indicatore MACD è utile ma non infallibile: può sempre capitare che riporti un falso segnale. Per ovviare all’inconveniente può essere associato all’impiego di altri strumenti di cui parleremo presto.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009