Finalmente regole più severe sul mercato dei derivati

Di , scritto il 16 Settembre 2010

Dopo le nuove regole relative alla patrimonializzazione delle banche proposte da Basilea 3, che sostanzialmente premia le banche più prudenti e ben capitalizzate, è stata stilate una bozza di nuove misure per il mercato dei derivati. Un settore composto da prodotti molto diversi tra loro, ma che nel complesso costituiscono circa 10 volte il PIL mondiale.

A due anni precisi dal fallimento di Lehman Brothers, il commissario europeo al mercato interno Barnier ieri ha proposto una serie di misure volte ad attenuare i rischi collegati a questo settore della finanza, uno dei principali responsabili della crisi economica da cui non siamo ancora usciti. Non a caso Warren Buffett li aveva definiti strumenti finanziari di distruzione di massa.

La proposta è incentrata su due elementi principali: da un lato una minore rischiosità e dall’altro una maggiore trasparenza del mercato dei derivati.

La minore rischiosità viene perseguita richiedendo che i derivati vengano in buona parte riportati all’interno di mercati regolamentati, in cui opera una cassa di compensazione e garanzia, anche detta controparte centrale. Questa si frappone tra acquirente e venditore, diventando il venditore di ogni acquirente e l’acquirente di ogni venditore. Richiede margini iniziali, margini di variazione e che in ogni momento i due contraenti siano in grado di far fronte alle proprie obbligazioni. Si riducono così i rischi sul mercato e con essi le probabilità di contagio.

La maggiore trasparenza viene perseguita richiedendo ai contraenti e agli intermediari di divulgare informazioni circa le contrattazioni effettuate. Queste notizie saranno a disposizione degli operatori del mercato, delle autorità di vigilanza, in modo da prendere tempestivamente decisioni rese necessarie da eventuali turbolenze.

Sono misure importanti che si spera porteranno maggiore ordine all’interno di quello che, con un’azzeccata metafora, Barnier stesso ha definito come il Far West dei mercati finanziari.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009