Come saranno investiti i capitali rientrati con lo scudo fiscale

Di , scritto il 16 Novembre 2009

ScudoManca meno di un mese alla scadenza del provvedimento per lo scudo fiscale e si fanno i primi pronostici sulle ricadute che esso avrà nel settore degli investimenti.

In teoria, il provvedimento potrebbe portare nel 2009 a una crescita del private banking italiano di più del 10%, con un incremento pari a 50 miliardi di euro. Una cifra che, andandosi a sommare ai 28 miliardi del normale giro di denaro delle società del settore, lo porterebbero di nuovo ai livelli del 2007 dopo il crollo del -9,8% accusato nel 2008.

L’Associazione Italiana Private Banking (AIPB) individua in questi termini i servizi e gli strumenti privilegiati dalla clientela private: propensione per i prodotti a più basso rischio o a capitale garantito. I titoli di Stato italiani resteranno gli strumenti preferiti dal 73% dei clienti e resterà alta la propensione per case e beni immobili (69%). Alle assicurazioni dovrebbe andare il 18% dell’investimento totale, seguite a ruota da obbligazioni bancarie e gestioni patrimoniali (entrambe al 16%).

La propensione per la liquidità si aggirerà sull’11%, mentre azioni e fondi sono ultimi in classifica, con l’8 e il 6% rispettivamente. Articolati i trend di acquisto dei singoli prodotti finanziari.

Per quanto concerne gli asset mix, in generale la sensazione è che la clientela vada ora alla ricerca di maggiore protezione e trasparenza, oltre che di minori costi da sostenere. I capitali scudati resteranno principalmente investiti presso gli operatori di cui ci si è serviti per l’operazione di trasferimento e, in generale, non ci saranno grandi cambiamenti nell’asset mix dei portafogli, in quanto i clienti continueranno ad avere la stessa propensione al rischio che avevano in passato. Le gestioni patrimoniali convincono perché costituiscono il modo più semplice e meno costoso per riportare in Italia i patrimoni conservati all’estero.

[fonte: Sole24Ore]



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009