Investire in valute: come scegliere, vista la guerra in corso?

Di , scritto il 16 Novembre 2010

La ‘guerra delle valute’ infuria e il G20 di Seoul non ha portato a vere soluzioni in materia. L’attuale volatilità è dovuta soprattutto alla sfida tra Stati Uniti e Cina. Gli USA vorrebbero vedere una rivalutazione dello yuan/renminbi, ma i cinesi non ci stanno perché l’andamento della loro economia è intimamente legato alle esportazioni facili. Per il momento la Cina non si arrende e l’America svaluta il dollaro per favorire il suo export.

Come dovrebbe regolarsi chi intenda investire in valute? Non ci stancheremo mai di ribadire che la diversificazione degli investimenti è il modo migliore per ridurre il rischio. Dovendo scegliere una o due valute per speculare, seguiamo i consigli di Nick Beecroft di Saxobank: sono da preferire le valute di Paesi i cui governi non temono eccessivamente l’apprezzamento della loro moneta, quelli in cui l’economia è forte, il sistema finanziario non è malato e i tassi di interesse derivante dalle obbligazioni nelle loro valute è relativamente alto. Due sono le valute che soddisfano questi requisiti al momento: il dollaro australiano, moneta di un Governo che offre bond con tassi di interesse prossimi al 5%, con un’economia in forte crescita grazie agli scambi con la Cina e un solidissimo sistema bancario. E poi il franco svizzero, ovviamente.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009