Come sta cambiando il mercato del lavoro: c’è posto per i giovani?

Di , scritto il 17 Gennaio 2019

mercato lavoroTrovare un posto di lavoro che ci permetta di esprimerci e guadagnare è senza dubbio una delle maggiori aspirazioni, uno dei primi obbiettivi che ognuno di noi si pone.  È veramente così difficile trovare il ruolo dei nostri sogni? Quali sono i settori in maggiore crescita e i lavori più ricercati?

Il cambiamento del quadro macroeconomico italiano e globale, la guerra dei dazi tutt’oggi in atto, stanno modificando il mercato del lavoro in tutti i suoi aspetti. Il leggero rallentamento del PIL italiano ha prodotto in alcuni settori dei rallentamenti nella crescita, portando ad un lieve aumento dell’inattività.

Tuttavia, resistono in crescita e ampliamento i settori della moda, del turismo e il settore metallurgico insieme a quello chimico-farmaceutico. Sul piano delle assunzioni continua la incessante ricerca di professionalità e preparazione, questo fa si che tra i lavori con più posti vacanti per i giovani italiani possiamo trovare l’ingegnere (nei tanti rami che fanno parte dell’eccellenza dell’ingegneria italiana, dal ramo della meccanica fino alla biomedica), dottori in economia e scienze bancarie e tecnici informatici.

Questa forza nel ramo scientifico conferma la tendenza degli ultimi anni in Italia. La preparazione delle università italiane resta sempre molto valida e assicura un potenziale futuro roseo a migliaia di giovani. Detto ciò, dobbiamo forzatamente fare una riflessione sulla sempre maggiore richiesta di conoscenze approfondite e di esperienza da parte dei datori di lavoro e del reparto di scouting delle aziende. Sta crescendo sempre più la richiesta di specializzazioni e master che, se presenti sul Curriculum Vitae di un giovane, aumentano l’attrattiva del profilo di un candidato. Ormai la richiesta di una laurea triennale sembra scontata e non sufficiente per raggiungere certe porzioni del mercato, nonostante rappresenti per molti giovani in Italia un grande passo da intraprendere.

Questa forte concorrenza, le esigenti richieste delle aziende e la diminuzione dei posti disponibili per le nuove assunzioni, stanno rendendo difficile il reperimento di nuovi giovani anche nei settori tecnici. Non solo i lavori “tecnici o manuali” riscontrano sempre meno apprezzamento da parte della platea degli uscenti dal sistema di istruzione italiano, ma vi è anche una crescente richiesta per le professioni nel settore del ferro, della sua lavorazione e della saldatura. Lavori dal background storico, che si pongono come eccellenze italiane nel mondo e che trovano sempre molte opportunità di crescita nelle esportazioni dei prodotti e dei servizi che hanno reso famoso lo stivale.

In conclusione, il mercato del lavoro non è mai del tutto fermo e offre spesso scenari positivi per alcune porzioni specifiche del mercato. Oltre al clima macroeconomico italiano e internazionale, la passione e la preparazione devono rimanere sempre in primo piano. Avere un Curriculum che desti interesse e tenacia risulta determinante in questo clima di cambiamento. Tentare di creare collegamenti con il proprio profilo e mostrarsi attivi e svegli nella gestione della propria immagine è il primo vero passo da fare nella ricerca del lavoro che sognate. Il fattore umano è sempre determinante e vincente anche sulle logiche matematiche, non vi resta che impegnarvi e mettervi al lavoro.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009