Obbligazioni Alitalia: sarà rimborsato un terzo del valore

Di , scritto il 17 Aprile 2009

azioni alitaliaAvevamo già accennato alla possibilità che i piccoli azionisti coinvolti nel crac di Alitalia ricevessero un rimborso. La Gazzetta Ufficiale pubblica in questi giorni il testo della Legge 33/2009 che prevede un risarcimento per gli obbligazionisti della compagnia aerea italiana.

Il governo intende offrire, entro un tetto di 100.000 euro a risparmiatore, titoli di Stato italiani senza cedola a scadenza 31/12/2012 e dal taglio minimo di 1.000 euro ai possessori di obbligazioni Alitalia che ne facciano richiesta. Il valore ripagato sarà il 50% della quotazione media dell’ultimo mese di negoziazione del titolo, prendendo in considerazione i valori di maggio 2008. In pratica, il prezzo medio è di circa 70,5. Dividendolo per due si ha che ogni 1.000 euro di bond Alitalia i risparmiatori avrebbero in cambio poco più di 350 euro in titoli di Stato. Visto che il rimborso del titolo di Stato avverrà a fine 2012, tenendo conto degli attuali tassi di interesse, a quella data si tratta di un rimborso che non supera i 325 euro di oggi.
A partire dal 12 aprile sono scattati i 90 giorni di tempo per fare richiesta del rimborso al ministero dell’Economia e delle Finanze tramite gli intermediari finanziari che curano la gestione del conto di deposito ove sono custoditi i bond Alitalia. Gli intermediari devono trasmettere al Ministero la domanda entro i 30 giorni successivi ai 90 sopra citati. Infine entro il 31 dicembre 2009 e comunque non prima di 30 giorni dalla comunicazione della Banca d’Italia, il ministero provvede al trasferimento dei sospirati titoli di Stato.

 



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2018, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009