I migliori conti di deposito: cosa sono e come individuarli

Di , scritto il 18 Ottobre 2019
Conti deposito

Quando abbiamo intenzione di mettere al sicuro i nostri risparmi non dobbiamo fare altro che aprire un conto di deposito. Si tratta di uno strumento di investimento che si appoggia ad un conto corrente tradizionale. Va da sè che per aprirlo bisogna essere già correntisti. Con i conti deposito è possibile ottenere rendite elevate sulle proprie somme depositate, senza però correre il rischio di perdere nemmeno un centesimo.

I migliori conti di deposito permettono, dunque, di trasferire i propri risparmi dal conto corrente al conto deposito, attraverso un bonifico. Il procedimento inverso, ossia dal conto deposito al conto corrente, avviene attraverso un trasferimento. Questo rende il conto deposito una delle modalità meno rischiose e quindi più efficaci per la gestione dei risparmi.

Il conto deposito permette innanzitutto, come detto, di ottenere tassi d’interesse e rendimenti superiori rispetto agli altri strumenti finanziari. I rischi, poi, sono nulli, in quanto le somme sono garantite fino a 100mila euro dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Le transazioni, poi, sono sempre interne, cioè avvengono sempre tra i due conti intestati.

I migliori conti di deposito non hanno spese e possono essere aperti e chiusi in maniera gratuita. Ovviamente prima di aprire un conto deposito bisogna prendere le dovute precauzioni. C’è bisogno, innanzitutto, di leggere con attenzione il contratto per l’apertura del conto, soprattutto nella parte in cui si discute delle possibilità di svincolare le somme versate. Alcuni istituti, infatti, permettono lo sblocco ma soltanto dietro pagamento di una penale, mentre altri permettono di ottenere nuovamente la somma ma con una remunerazione connessa al tasso base.

Occhio poi alle condizioni contrattuali. Come sempre è fondamentale leggere per intero il contratto e recarsi presso uno sportello della propria banca qualora dovessero verificarsi elementi di poca chiarezza. Altro fattore da considerare è il rendimento che ci viene proposto. Generalmente i conti deposito hanno dei rendimenti differenziati sulla base dell’estensione del vincolo. In altre parole, più ci si impegna contrattualmente a mantenere il denaro versato presso le casse della banca, e più il tasso di interesse lordo sarà elevato.

Gli istituti di credito che propongono i conti deposito online dispongono anche di simulatori in grado di anticipare il risultato dell’operazione di versamento. Molto importante è anche il servizio clienti che deve essere affidabile ed efficace. Deve, inoltre, rispondere alle esigenze degli utenti in maniera tempestiva e puntuale. È in tal senso fondamentale – considerato che non si sa mai quando potrebbero sorgere i problemi o le richieste di informazione – che l’istituto di credito sia in grado di garantire un’assistenza clienti continua, 7 giorni su 7.

Per quanto riguarda la fiscalità, il conto deposito è soggetto a due tassazioni: la ritenuta fiscale e l’imposta di bollo. La prima ammonta al 26% e viene sottratta alla fonte, cioè gli interessi vengono tassati prima ancora di entrarne in possesso. Molte banche ti permettono di procedere con la sottoscrizione online del conto deposito, andando sul sito dell’istituto che offre il vincolo.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009