730/2014: qualche anticipazione sulle detrazioni possibili

Di , scritto il 18 Dicembre 2013

730E’ già disponibile una bozza del modello 730 per il 2014 (relativo ai redditi 2013). Lo si trova sul sito web dell’Agenzia delle Entrate nella sezione “Modelli in bozza”.

Non è ancora quello definitivo, ma è già possibile avere un’idea delle novità che presenta.
* Innanzi tutto, sarà utilizzabile anche da quanti nel 2013 hanno percepito un reddito da lavoro dipendente, ma non hanno più un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio. In questo caso, il modulo dovrà essere presentato presso un CAF-dipendenti oppure un professionista abilitato, spuntando la casella “730 dipendenti senza sostituto”.
* Salgono le detrazioni per i figli a carico: per ogni figlio sopra i 3 anni passa, la detrazione passa da 800 a 950 euro. Per i bambini da 0 a 3 anni passa da 900 a 1220 euro . Per i figli disabili la detrazione aggiuntiva passa da 220 a 400 euro.
* E’ previsto un “bonus arredi” (per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+) per i quanti hanno effettuato nel corso dell’anno dei lavori di ristrutturazione in casa, per un importo non superiore ai 10.000 euro.
* Possibile la detrazione del 50% sulle spese di ristrutturazione edilizia.
* Detrazione del 50% per interventi finalizzati al risparmio energetico entro il 5 giugno, che sale al 65% se le spese sono state sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013.
* Detrazione del 65% per chi ha adottato misure antisismiche sulla propria abitazione o azienda nel periodo dal 4 agosto al 31 dicembre 2013 in zone sismiche ad alta pericolosità (fino una spesa di 96.000 euro per unità immobiliare).
* Cedolare secca con aliquota del 15%.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009