Nei periodi di recessione, puntare sulle materie prime con ETC short

Di , scritto il 19 Luglio 2012

A estate 2012 inoltrata, nel periodo in cui la speculazione è in temibile agguato, sappiamo che la parola d’ordine è diversificazione.

Una parte del portafoglio potrebbe  essere investita in materie prime, le cosiddette commodities. In una fase di palese recessione europea, e di frenata statunitense e asiatica, gli operatori del settore ETC consigliano però caldamente di optare per contratti ETC di tipo “short”, ovvero, di quelli in cui si guadagna solo quando il “sottostante” (cioè la materia prima a cui fanno riferimento) si deprezza.

Le quotazioni delle commodities potrebbero partire con una nuova iniezione di liquidità della FED (banca centrale USA), che porterebbe a un aumento della speculazione sulle materie prime. Ma questo difficilmente avverrà prima delle elezioni negli Stati Uniti, perché la FED deve mantenere un’immagine imparziale e non aiutare sfacciatamente l’attuale presidente Obama.

Unico materiale in controtendenza è l’oro, che da sempre è l’investimento ideale per le fasi recessive: infatti, al momento le sue quotazioni sono relativamente basse. E se le Borse dovessero risalire, è probabile che molto dell’oro accumulato finora venga venduto, con conseguente calo delle quotazioni. Ma che le Borse ripartano in quarta è al momento visto come estremamente improbabile. Nei periodi di recessione, insomma, l’oro non tradisce.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2019, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009