Investimenti alternativi e beni rifugio: come scegliere

Di , scritto il 20 Aprile 2012

L’incertezza economica e finanziaria che caratterizza i nostri tempi porta molti investitori a optare per l’acquisto di beni rifugio. Alcuni di questi investimenti alternativi sono un classico, ma ne esistono anche di meno conosciuti. Ne abbiamo già parlato diffusamente sulle nostre pagine, ma ecco un sunto.

* Oro: secondo molti le sue quotazioni sono destinate a salire ancora, soprattutto se le banche centrali continueranno a iniettare liquidità creando inflazione. E se forse in questo periodo comprare oro non è particolarmente conveniente, è invece assolutamente da conservare quello già acquistato.

* Argento: una buona alternativa all’oro, anche se di solito le loro quotazioni vanno di pari passo. Come tutti i metalli preziosi è destinato a vedere rialzi inversamente proporzionali ai possibili collassi del sistema monetario nei prossimi anni.

* Diamanti: sono sempre un investimento a lungo termine, con il vantaggio di poter essere sfoggiati nel frattempo. Meglio optare per tagli classici (rotondi), di almeno 0,5 carati e certificati. L’investimento in diamanti non ha mai deluso negli ultimi vent’anni. Se possibile, preferire i diamanti equi e solidali.

* Auto d’epoca: limitarsi a veicoli certificati dall’ASI (Automotoclub Storico Italiano) e tenere in considerazione le spese accessori di manutenzione, custodia, tasse di possesso e assicurazione.

* Orologi di lusso: sono adatti alla collezione come investimento solo gli esemplari delle migliori marche, con modelli di ottima conservazione. Si rivaluteranno solo nel lungo termine (anche vent’anni).

* Vini: ne abbiamo parlato diffusamente in questo articolo: una scelta accurata dei migliori rossi può offrire eccezionali plusvalenze e grande suggestione.

Altri oggetti da collezione: monete, francobolli, fumetti d’epoca, penne stilografiche e violini: ne abbiamo parlato qui.

In ogni caso, la regola numero uno da tenere presente è sempre quella della diversificazione. Per ridurre il rischio dell’investimento non bisogna mai puntare su un solo asset.



Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009