Decalogo anti-phishing

Di , scritto il 20 Giugno 2007

attenzione al phishing nelle transazioni bancariePhishing. Nonostante se ne parli sempre di più, il numero di clienti che cadono nella rete dei pirati è mostruosamente elevato. E allora ben venga il Sole 24 Ore, che lunedì ha pubblicato un decalogo anti-phishing. Dieci regole semplici ed efficaci (e a volte fin troppo banali) che vale la pena ricordare.

Innanzitutto non comunicare mai i propri dati personali (partendo dall’assunto consolidato che le banche non richiedono mai tali informazioni tramite e-mail) e quindi non rispondere a e-mail di questo tipo avvisando prontamente il call center dell’istituto di credito.

Viene ricordato inoltre che le e-mail dietro le quali si cela la truffa sono facilmente riconoscibili: spesso vengono tradotte in italiano da software, ragion per cui sono scritte in un linguaggio poco commerciale.

Conclude il decalogo la richiesta di chiarimenti alla propria banca, il consiglio di non cliccare su collegamenti presenti nelle e-mail sospette, munirsi di un buon software anti-phishing, aggiornare il proprio browser, controllare regolarmente il proprio conto corrente… e una buona dosa di prudenza!


4 commenti su “Decalogo anti-phishing”
  1. […] stesso argomento, molto utile anche il decalogo anti-phishing de […]

  2. […] tratta di una nuova forma di truffa, il cosiddetto phishing, ma questa volta la novità è che il messaggio arriva via SMS. Dalla Banca Nazionale Slovacca nei […]

  3. […] venga intasata da e-mail inutili o pericolose, per esempio quei messaggi che celano tentativi di phishing, oppure quelli che trasportano malware di vario […]

  4. […] già parlato di come difendersi dal phishing, una sorta di spillaggio di informazioni personali o riservate (per esempio il numero della carta […]


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009