Trading online e trading automatico: bufala o investimenti sicuri?

Di , scritto il 20 Luglio 2020
trading

Il trading online è a tutti gli effetti un’attività di speculazione finanziaria e come tale punta a operazioni commerciali intense, che hanno lo scopo di trarre un beneficio economico dall’oscillazione del valore dei beni quotati in Borsa.

I beni sui quali è possibile fare trading online sono variegati e numerosi. Denominati dagli esperti del settore come “strumenti finanziari”, questi beni sono fortemente influenzati dalla legge della domanda e dell’offerta.

La legge della domanda e dell’offerta è una norma economia che mette in rapporto la quantità domandata e offerta di un determinato bene con i mutamenti del suo valore economico.

Come intuibile, per operare nei mercati finanziari è buona norma avere una conoscenza generale delle principali caratteristiche che ne definiscono il funzionamento. A tale scopo, sono molti i broker che mettono a disposizione dei propri utenti materiale didattico aggiornato e che offrono corsi gratuiti di formazione.

Scegliere un buon broker sarà di primaria importanza per garantire al trader un’esperienza sicura e in linea con le norme di mercato economico-finanziarie europee. La regolamentazione sarà il requisito necessario che ogni intermediario dovrà possedere per assicurare la qualità dei servizi offerti e un trading tutelato.

Iniziare a operare in Borsa con il trading automatico

Per cominciare a comprare e vendere strumenti finanziari quali azioni, obbligazioni, titoli di Stato e via dicendo, il futuro trader dovrà effettuare la registrazione presso il broker online e inseguito aprire un conto di intermediazione finanziaria, sul quale caricare un capitale minimo iniziale che gli permetterà di accedere ai mercati ed effettuare le prime operazioni.

Nonostante la semplicità di accesso al mondo del trading, scegliere i prodotti e i momenti migliori per entrare e uscire dai mercati non è affatto facile. Per tale motivo molti investitori preferiscono esercitarsi e acquisire esperienza pratica, per il tempo necessario, sui conti demo.

Il conto demo non è altro che un conto di intermediazione simulato, il quale permette all’utente di sperimentare la speculazione finanziaria giocando soldi virtuali in situazioni di mercato il più verosimili possibili a quelle reali.

Una volta raggiunta una buona percentuale di successo nella simulazione e studiato la propria strategia operativa, il trader potrà iniziare a fare vera compravendita.

Per i trader meno esperti o per coloro che vorrebbero provare l’esperienza della speculazione online ma non possono dedicarvi troppo tempo, è possibile operare in Borsa tramite un trading automatico. Di seguito una veloce spiegazione sul trading automatico che potrà essere approfondita cliccando sul link appena riportato.

Cos’è e come funziona il trading automatico

Generalmente, quando si parla di trading automatico si fa riferimento a una speculazione meccanica che, tramite la piattaforma di trading online e gli strumenti tecnici al suo interno, organizza e stabilisce le modalità e i tempi di compravendita dei beni quotati sui mercati, senza che il trader debba gestire giornalmente le operazioni.

Tra le tipologie più conosciute e utilizzate di trading automatico vi sono:

  • Copytrading;
  • Segnali di trading;
  • Trading robot.

Lo scopo è quello, come accennato in precedenza, di automatizzare il trading semplificandone i procedimenti base e alleggerendo il lavoro del trader.

Con il Copytrading è possibile copiare le operazioni di maggior successo dei trader più esperti. I segnali di trading sono invece indicazioni tecniche specifiche sui movimenti dei mercati e dei beni quotati al loro interno, che permettono di organizzare la compravendita e minimizzarne i rischi. Infine il trading robot organizza in maniera automatica le operazioni, seguendo un algoritmo specifico.

Tutte queste modalità però non possono andare a garantire il successo finanziario di una persona. Nonostante siano di supporto agli investitori meno esperti e nonostante vi sia una tendenza sempre maggiore, da parte dei broker, ad automatizzare il trading online, l’investitore dovrà comunque prestare attenzione al servizio scelto e alla qualità del software utilizzato e cercare di assimilare le informazioni finanziarie che sottostanno alle leggi di mercato per essere in grado di prevedere possibili errori di calcolo.

Mascherine in pronta consegna


Commenta o partecipa alla discussione
Nome (obbligatorio)

E-mail (non verrà pubblicata) (obbligatoria)

Sito Web (opzionale)

Copyright © Teknosurf.it srl, 2007-2020, P.IVA 01264890052
SoloFinanza.it – Guida agli investimenti finanziari supplemento alla testata giornalistica Gratis.it, registrata presso il Tribunale di Milano n. 191 del 24/04/2009