Home » Non gettate le monete da 1 centesimo: potreste avere un tesoro tra le mani

Non gettate le monete da 1 centesimo: potreste avere un tesoro tra le mani

Qualche negozio non li accetta nemmeno più, ma il consiglio è quello di non gettare le vostre monete da 1 centesimo. Ecco perché.

Forse non tutti sanno che nel coniare la moneta da 1 centesimo, fu fatto un errore a dir poco madornale. Se trovi quella giusta, puoi ritirare tanti soldi, anche in banca.

moneta preziosa
1 centesimo – solofinanza.it

I collezionisti più accaniti le cercano disperatamente. A causa di un errore di conio, ci sono almeno 5 mila pezzi da 1 centesimo che hanno raffigurato un disegno che non era quello giusto. Da qui la ricerca affannosa di numismatici o semplici cultori del collezionismo. Si stima che una moneta del genere valga dai 2500 ai 3000 euro, ma c’è chi online offre anche di più pur di averla in bacheca.

In realtà gli errori sono due: disegno e dimensione. Una moneta è stata venduta per 6mila euro, ma altre possono essere trovate, non si dove visto che sono mente europee, ma se capita tra le vostre mani è come vincere un terno al lotto. Qualche supermercato non le accetta neppure più e quindi le monete da 1 centesimo saranno destinate a sparire o finiranno nei nostri salvadanai dei ricordi. Da oggi, però, sarebbe meglio controllarle bene prima di disfarsene.

Moneta da un centesimo: 5000 esemplari ancora in circolazione, 2 errori la rendono unica

moneta 1 centesimo

adobeDicevamo di 2 errori grossolani nel coniare queste piccolissime monete. La grandezza dell’esemplare non è uguale a  tutti gli altri, ma leggermente più grande tanto da assomigliare più ai 2 centesimi. E c’è un’altra cosa che accomuna la moneta da 1 centesimo a quella da 2: il disegno. Su quella da 1 dovrebbe essere raffigurato il Castel del Monte ma in quella sbagliata c’è la Mole Antonelliana, simbolo di Torino e dei 2 centesimi.

Due errori che messi insieme hanno fatto lievitare il valore della più piccola delle monete. I collezionisti sono certi di poterle ancora trovare e che la maggior parte si trovino ancora in territorio italiano, ma la ricerca non è semplice: 5mila esemplari su milioni di monete coniate sono una rarità, o quasi.

Anche le banche si sono interessate al fenomeno, il consiglio che vi diamo è di cercare con pazienza tutte le monetine e controllare dimensioni e soprattutto (è molto più facile) il disegno sul retro. Se vedete la Mole sulla moneta da 1 centesimo, avete fatto bingo e potete andare anche in banca a chiedere se ve la pagano. Altrimenti, i collezionisti aspettano solo voi. Buona fortuna.